Header


                        
                        
Busti Grandi si mise lestamente alle spalle le scorie della Seconda Guerra Mondiale. Riconvertì la produzione delle proprie aziende alle nuove esigenze del mercato, diede piena occupazione alle maestranze locali. Solerti imprenditori bustocchi acquistarono nel 1948 l'area comprendente la pista dell'Aeroporto della Malpensa, utilizzata dalla Lutwaffe (aviazione tedesca) sino al 1945, malridotta dagli occupanti in fuga. L'operatività dell'Aeroporto venne ufficializzata l'11 novembre 1948 dall'Asso dell'aviazione Michele Stoppani a bordo del quadrimotore BZ308.
 
In data 10 luglio 1945 i signori Mara, Formenti, Colombo, Gallazzi, Bossi, Chierichetti, Somasca, membri del Consiglio Direttivo della USB Pro Patria et Libertate, deliberarono di “gettare le basi di una attività che si vuole rispecchi l'importanza della nostra Città anche nel campo dello sport”. Dal 1945 in poi la squadra biancoblù ha disputato otto campionati in serie A, nove in B, altri nelle serie inferiori inframezzati da gioie e cocenti malcelate delusioni, ben l'ultimanon ancora formalizzata, gravante sulle spalle di Patrizia Testa, rimasta sola sulla tolda di comando con tanto di fiammifero acceso in mano.
Patrizia sta tessendo sottotraccia trame degne del miglior madapolan, fiore all'occhiello della produzione tessile bustese, al fine di costituire attorno a sé un gruppo formato da non semplici comprimari, dotati di mezzi idonei ad una saggia programmazione del futuro della gloriosa e oltremodo stimata Pro Patria.
Buona lavoro e FORZA TIGRI.
 
Giorgio Giacomelli

0 commenti: