Header


Dopo l’Italia invasa dagli immigrati, dopo le nostre squadre ripiene di calciatori stranieri, dopo la nazionale con larga presenza di calciatori italiani per parentela, ecco arrivare la nuova migrazione regionale che attraversa il Ticino con il barcone per inseguire il sogno della salvezza. Orde di piemontesi sono stati avvistati sulle sponde del Ticino pronti per essere accolti nel campo di accoglienza allestito al Franco Ossola di Varese. Migranti che portano in dote un “titulo” che vale di più di un permesso di soggiorno, in quanto permette di prendere una scorciatoia che farà comodo anche ai varesini che diventerebbero migranti diretti verso la Lega Pro. Un viaggio della speranza che non chiede nemmeno di pagare il biglietto di imbarco, né tantomeno la multa per essere a bordo senza i documenti richiesti. La regola è chiara, migranti piemontesi e protezione civile varesina non possono frequentarsi per la diversa etnia che non è confinante. Ma, qui entrano in gioco gli strateghi del foro che hanno già trovato il modo per sconvolgere la geografia tanto da rendere confinante Varese con Bellinzago. Un colpo da maestri che non prevede battaglie o ridisegnazione dei confini secondo le intenzioni leghiste. Qui si parla solo di Lega Pro e ci vuole poco per soddisfare le richieste degli eredi di Macalli. Sembra possa bastare spostare la sede legale di chi oggi ha scritto “piemontese” di Bellinzago sulla carta di identità per trasformarlo in lombardo doc candidabile al matrimonio con lo spasimante varesino.La nuova famiglia prenderebbe il cognome di entrambi giusto per il periodo della luna di miele, poi il signor Sporting Varese si regalerebbe un nick che lo riporterebbe al passato diluendo la presenza dell’immigrato e tornando alla varesinità cento per cento. Un matrimonio di interesse che se consumato potrebbe costituire un precedente da imitare per chi dopo aver vinto la serie D potrebbe metterla all’asta sperando che club prestigiosi caduti in disgrazia possano richiedere il passaporto per sbarcare in porti di categoria superiore. La Lombardia magicamente confinerà con la Toscana, la Liguria con la Sicilia e le Marche con la Sardegna. Basterà chiamare Grillo Antonino e prenotare un trasloco di sede sociale in un monolocale vicino allo stadio a norma dove si potrà tranquillamente consumare l’incesto.

Flavio Vergani

0 commenti: