Header


Vincenzo Cosco l’allenatore venuto a mancare lo scorso anno, vedrà intitolato lo stadio del suo comune natio, Santa Croce di Magliano. E’ la stessa Amministrazione Comunale a diffondere la notizia attraverso un comunicato stampa:
L’Amministrazione Comunale di Santa Croce di Magliano– assessorato allo Sport – nella giornata del 4 giugno onorerà la memoria di Vincenzo Cosco con una serie di eventi e di manifestazioni. In particolare e soprattutto intitolerà lo Stadio Comunale a mister Cosco, atto dovuto per quello che l’allenatore santacrocese ha rappresentato per lo sport e per il calcio in ambito locale e nazionale. Uno stadio che lo ha visto crescere e diventare calciatore prima e allenatore dopo. Uno stadio che ha rappresentato per lui il punto di partenza per le infinite soddisfazioni che il futuro gli ha riservato. Un omaggio, pur se importante, piccolo considerato l’alto valore umano del personaggio e dell’uomo.
Vincenzo Cosco amava la sua Santa Croce di Magliano e l’amava più di ogni altra cosa. L’amava e lo manifestava. Il suo giorno più bello e ricco era il lunedì, quando tornava a casa e incontrava la famiglia e gli amici. Era una festa per lui e per tutti quelli che lo conoscevano. Lezioni di vita vera e vissuta. Al bar e in piazza era un momento da non perdere. Passione e sentimenti che non ha mai dimenticato. Viveva per quello. Il suo sogno vero era quello di tornare a casa e allenare giovani calciatori. Creare e far nascere un polo sportivo dove far convergere i tanti ragazzi del territorio. Tornato qui allenare i giovani e coltivare il loro sogno. Questo diceva spesso ai tanti che incontrava.
Amava la sua terra perché da lì era partito e da lì aveva raggiunto i suoi prestigiosi traguardi. Ricordarlo per noi e per la comunità santacrocese è un obbligo oltre che un atto dovuto e un piacere immenso. Personaggio e professionista che ha fatto conoscere il nostro Comune oltre i limiti regionali e gli ha garantito visibilità. Lui ci teneva tantissimo a rimarcare la sua provenienza in ogni dichiarazione e in ogni intervista pubblica. Qui si sentiva vivo e in pace con se stesso. Qui è cresciuto e qui si è formato. Le sue ferie le trascorreva a Santa Croce di Magliano dove si sentiva bene perché era il suo mondo vero. 
 

0 commenti: