Header


Una cosa è certa, questi ragazzi hanno già vinto più partite dell’accozzaglia dell’anno scorso … vittorie che avranno fatto certamente piacere al nostro Paolo Tramezzani che ieri (30 luglio) compiva gli anni e a cui vanno i nostri migliori auguri! Gli hanno fatto proprio un bel regalo con la vittoria del triangolare! Scherzi a parte, perché parliamo sempre di calcio d’estate, un dato di fatto è che questa nuova Pro Patria sembra essere partita con il piede giusto. I tantissimi ragazzi presenti in rosa hanno sfruttato l’occasione per “mostrarsi” a mister Bonazzi che sarà stato ben contento, oltre che per i risultati, dell’impegno profuso e dell’essere messo in difficoltà nelle sue scelte. Sembra veramente che, oltre a livello societario, si sia dato un netto taglio al passato anche a livello di squadra, del quale si deve dare per ora merito anche a chi ha scelto questi ragazzi da mettere in rosa. Con la bellissima conferma di Santana, dietro alla sua bravura e alla sua esperienza può crescere una squadra che sono sicuro ci darà delle soddisfazioni. Esaltarsi in questo periodo, come ho prima detto, è molto prematuro ma nulla può impedire di essere speranzosi per l’avvenire; il primo compito di questa squadra, e di riflesso anche della società, è quello di ridare entusiasmo all’ambiente convincendo a tornare chi se ne era andato, a restare a chi aveva avuto qualche dubbio e ad impegnarsi a chi poteva ma non voleva (per vari motivi) o a farlo di più a chi già qualcosa faceva. Direi che piano piano qualcosa si sta muovendo! Ora non ci sono più scuse: quello che si voleva e si sognava si sta via via costruendo. Ci vuole certo del tempo ma la base e la strada da seguire è stata segnata sicuri questa volta di non fare la fine dei topi nella fiaba del pifferaio magico. Come ho sempre detto, ognuno deve fare quello che può a seconda delle sue possibilità, ma tutti siamo chiamati a contribuire a far rinascere questa Pro Patria che non è solo patrimonio calcistico ma della città di Busto Arsizio. Il compito più difficile sarà proprio quello di far rinnamorare la città di questi colori; nulla però è impossibile e come si è per ora dimostrato “se si vuole si può”!

ANDREA D’EMILIO

0 commenti: