Header


“Check in” pronto per l’avvocato Di Cintio e per la presidente Patrizia Testa che domani saliranno sul Pendolino della speranza viaggiando verso Roma per tentare  di  vedere il Papa. Si attende la fumata bianca dal ricorso presentato dalla società bustocca  che canonizzerebbe il  miracolo di un nuovo ripescaggio in Lega Pro. Un miracolo che richiederà un’offerta di ben duecentocinquantamila euro. Soldi che valgono una messa? Sembrerebbe di si vista la determinazione con la quale si insegue il ripescaggio, o riammissione, chiamatela come volete. L’equazione è persino semplice: più facile salvarsi in Lega Pro che vincere la serie D e meglio avere i contributi per la legge Melandri che non averli, per cui avanti tutta.Duecentocinquamila euro a fondo perso non sono bruscolini visto che occorre anche mettere mano al portafoglio per la famosa fidejussione che fino a ieri è stata una specialità del’ex patron, persino quando sembrava non fosse così, ma, adesso, la solfa dovrà cambiare e la firma anche. Quindi, comunque vada a finire Patrizia Testa meriterà il Paradiso. San Pietro prenda nota e i farisei se ne facciano una ragione. Insomma, Patrizia santa subito. Punto. In caso di news positive da Roma il prossimo appuntamento sarà per il 4  Agosto quando il Consiglio federale dovrà certificare il miracolo. E, quel giorno, ci sarà la presentazione dei tigrotti in Piazza san Giovanni. Chissà che si possa far festa fin da subito con una promozione virtuale che resusciterebbe i tigrotti dopo la Passione dello scorso campionato. Intanto, a Biella si suda e domani sarà tempo della prima amichevole con Ce.Ver.Sa.Ma. (formazione militante nel campionato di Promozione). Appuntamento alle ore 17 allo stadio La Marmora di Biella. Si vedrà anche un giocatore in prova, il centrocampista svedese classe ’93 Anton Andersson (un nome che assomiglia a un triste ricordo).Insomma, la stagione è partita in campo e fuori e ci sarà da divertirsi. Amen
Flavio Vergani

0 commenti: