Header

GIONTA: 6
Incolpevole sulle due reti brianzole si disimpegna con sufficienza disinvoltura quando chiamato in causa.

PIRAS: 5,5
Immolato sulla fascia della peste D'Errico si danna l'anima per tenere il passo del fantasista biancorosso, ma alla fine capitola.

TONDINI: 5
Sbaglia appoggi elementari in quantità industriale, non appare mai sicuro di quel che fa e di dove è.

FERRARO: 6,5
Un diga per lunghi tratti della gara, spesso deve mettere una pezza qua e l'altra là

GARBINI: 5,5
Non mostra sicurezza e spesso e tagliato fuori dalle punte avversarie, Da lui ci si aspetta sicurezza e leadership.

SANTANA: 6-
Dieci e lode come volontà, ma non è il Santana che tutti si aspettavano. Brilla quando può inventare, si spegne sulla fascia quando i raddoppi di marcatura lo fanno diventare un giocatore normale.

PEDONE: 5,5
Benino nel primo tempo, sparisce nella ripresa come quasi sempre. In un centrocampo a tre o giochi come Bruccini, Calzi e Cristiano, altrimenti sei destinato all'oblio.

DISABATO: 5,5
Il ragazzo ha piedi buoni e visione di gioco, ma non può fare la legna. Sogna il vertice basso da dove distribuire palloni e usare il fosforo che ha nel cervello, ma gli chiedono di usare la scure per abbattere gli alberi. Annega soffocato nell'acido lattico.

BORTOLUZ: 5
Non vede mai la porta, ne prende poche di testa, sbaglia diverse volte nel ruolo di boa. Per lui un'unica giustificazione: gioca lontano dalla porta e viene chiamato a compiti di interdizione che aprono la discussione.

SANTIC: 6,5
Tra i migliori nel primo tempo cala alla distanza, ma mostra intelligenza tattica, buon piede e velocità di lettura del gioco.

MAURI: 7

Tre reti in quattro partite, brillante e grintoso in campo e in sala stampa quando con lodevole autocritica fa sapere che la Pro Patria deve essere più cattiva, determinata e grintosa.

MISTER BONAZZI : 5,5

Uomo avvisato , mezzo salvato, sapeva che in caso di sconfitta avrebbe sentito le sue per via del modulo. Lui fa "il talebano" e paga dazio. Errare è umano, perseverare è diabolico a meno che si è certissimi del risultato e lui sembra esserlo.

0 commenti: