Header


Prima sconfitta stagionale … una sconfitta che fa male non tanto (forse) per contro chi è maturata, e cioè il Monza, la favorita numero uno alla vittoria del girone, ma per i modi. Pur avendo offerto una discreta prova, la squadra scesa in campo quest’oggi mi è apparsa mancante di un certo mordente e di idee di gioco. Eccezion fatta per i primi minuti del primo e del secondo tempo (dove è arrivato il goal del solito Mauri) è mancata forse quella grinta che, se fosse stata usata per gran parte dei novanta minuti, forse ci farebbe parlare di ben altro risultato. Per quanto riguarda il gioco non mi è sembrato di vedere un’idea precisa; molte volte ci si è affidati al lancio lungo della difesa verso l’attacco, saltando a pie pari il centrocampo, con la speranza che là davanti qualcosa accadesse. Reparto offensivo che è sempre più Santana e Mauri dipendente con la mancanza di un centravanti che la butti dentro e sfrutti i cross (oggi un po’ pochini) per qualche inzuccata o faccia semplicemente possesso per far salire la squadra. Il giovane Bortoluz fino ad ora non ha gran che impressionato seppur nel pre-campionato avesse fatto sperare; come ho detto è giovane ma il tempo è esigente e quindi deve crescere velocemente per essere il terminale offensivo che vorremmo.Quel che si chiede ora è un cambio di rotta; io personalmente non chiedo “la testa” di nessuno ma se il proseguire su questa falsa riga potrebbe presto (e c’è chi già lo fa) portarci a fare, legittimamente, qualche domanda. Certo la pazienza è d’obbligo ma là davanti non stanno certo ad aspettarti, metafora questa della vita dove nessuno ti aspetta più e nessuno ti regala nulla. E’ come nella giungla, l’habitat della tigre, il nostro simbolo, dove vige la dura legge del più forte; speriamo di sbranare e di non essere sbranati!

Sempre e comunque forza Pro!

ANDREA D’EMILIO

 

 

0 commenti: