Header


Un mio cliente mi si avvicina chiedendomi se scrivo per il giornale della Pro...Rispondo affermativamente, dicendo però che il mio è un ruolo marginale. Allora inizia a parlarmi di una cosa emozionante:“quest’anno ho deciso di portare a Busto,il  mio piccolo figliolo, perché mi hanno detto che si stava creando una sorta di gruppo, gestito da brave persone…insomma una Pro 2.0.”  “volevo che mio figlio crescesse in mezzo a persone che gli facessero imparare, non solo il calcio giocato, ma anche quanto sia importante una maglia gloriosa e quanto bisogna onorarla” “ecco perché ho scelto Busto!”  “non importa se è titolare, riserva, o che non giochi, …l’importante è che stia insieme ad un gruppo che lo gestisca come sportivo e soprattutto come uomo.”…...”insomma un club che gli insegni come ci si deve comportare dentro e fuori dal campo!”
Io rimango in silenzio e lui continua:
“quando l’ho visto scendere in campo con la casacca della Pro patria mi sono emozionato…” “un brivido che mai avrei potuto pensare di avere…” “vederlo su quel campo correre per lui e per gli altri dentro ad una piccola maglia a strisce…..mamma che gioia”
Parliamo di altro e del nostro lavoro, lo saluto e penso…“piccole tigri nascono”…”.e crescono con i nostri colori addosso…..”Un padre che ama Busto e spera che un giorno la sua passione possa essere “passata” a suo figlio…Un sogno che si avvera! Per il papà e per il piccolo “tigrotto”....Quella della nostra PRO sarà sempre una maglia che darà grandi emozioni….dovunque essa sia. Onoriamola comunque….dentro e fuori dal campo….. Perché VEDERE, TIFARE E SOPRATTUTTO INDOSSARE questa maglia storica non deve essere una cosa normale…Deve essere un privilegio….e lo si deve fare col cuore.
Sempre, sempre…sempre!
 
Simone Merlotti

0 commenti: