Header




 

Aria di big match allo “Speroni” dove si incontreranno due tra le candidate al salto di categoria. Pro Patria e Monza arrivano al big match da un pareggio ottenuto nella scorsa giornata per cui la voglia di riscatto animerà sia i bustocchi, sia i monzesi. Nelle fila dei brianzoli sono presenti tre ex tigrotti: l’allenatore Zaffaroni, il funambolo D’Errico e “Pippo” Antonelli nel ruolo di direttore sportivo, che dopo la fugace apparizione a Busto ha scelto di cercare fortuna altrove. Una squadra che punta diritta alla promozione vista la sontuosa campagna acquisti  che ha portato a Monza il bomber dei bomber, quel Carlo Ferrario che lo scorso anno a Bra ebbe un rendimento alla “Cristiano Ronaldo” con 32 reti in 34 partite. La punta stenta a decollare nel nuovo schema di mister Zaffaroni, ma l’attenzione dovrà essere massima per evitare che il risveglio dell’attaccante avvenga proprio a Busto. Dicevamo di D’Errico, un giocatore alla “Ghidoli”, tanta tecnica, niente cuore e poca testa. Un talento che potrebbe calcare ben altri palcoscenici frenato da una costante indisciplina tattica e comportamentale. In porta solita scelta dell’under con il classe 1996 Battaiola (ex Ciliverghe), protetto dai due centrali Ruffini e Riva, con Andorni esterno con compito di fluidificare. A centrocampo occhi su Guidetti, vecchia conoscenza di mister Zaffaroni che se lo è tenuto stretto portandoselo da Caronno. Attenzione all’alter ego di D’Errico, ossia l’altro esterno di centrocampo, quel Gasparri che è un vero e proprio diavolo in area di rigore con ben 15 castighi nel Borgosesia un paio di anni fa. In rosa anche Marco Perini, centrocampista di buona qualità nei tempi scorsi in predicato di approdare a Busto.  Il match di Busto verrà diretto dal sig. Giuseppe Trischitta della sezione AIA di Messina; siciliani anche gli assistenti, Rosario Blanco e Michael Carpinato, entrambi di Acireale.
Flavio Vergani


0 commenti: