Header

Patrizia Testa, donna sensibile e profondamente mamma, ha voluto impreziosire la giornata di ieri con una volontà precisa. Ha aperto le porte dello stadio e del suo cuore a Stefania e Marco, genitori di Chiara e al fratellino Andrea.
Un semplice e intenso gesto per salutare Chiara, un raggio di sole spentosi troppo presto per trasformarsi in luce eterna.
Dei palloncini bianchi e blu sono volati in cielo per portare a Chiara il saluto dello "Speroni", per dirle quello che non c'è stato modo di dirle, per abbracciarla forte e  stringerle la mano per confermare un legame che nulla potrà spezzare.
Chiara è molto vicina a noi, tanto da leggere il biglietto a lei dedicato prima della fine della partita.
Così, da lassù ha voluto fare felici il suo papà e il suo fratellino regalandogli una bella vittoria.
Il pensiero di Patrizia ha sorpreso perché si erano persi questi significati, ma forse è proprio da qui che partono i progetti vincenti. Dove c' è il cuore mai ci sarà aridità e qualcosa di buono sempre nascerà.
Flavio Vergani

0 commenti: