Header


Lodi alla Pro Patria. In tutti i sensi. I tigrotti vincono la gara con i lodigiani del Cavenago Fanfulla e approfittando del passo falso della capolista Pergolettese e della damigella d’onore Monza accorciano la classifica. Domenica a Busto arriverà la Pergolettese per uno scontro che potrebbe riaprire fin da subito il campionato tigrotto. Quattro vittorie consecutive con un goal subito, questo è il ruolino di marcia dei ragazzi in biancoblù rigenerati dal nuovo modulo tattico che ha dato convinzione, gioco e risultati. La squadra vista oggi nel primo tempo è piaciuta per propositività, pressing e trame di gioco, a volte fin troppo eleganti per la categoria. Il goal è tuttavia arrivato solo su calcio di rigore con Di Sabato e questo è forse l’aspetto da migliorare visto che si gioca molto e bene, si costruisce altrettanto bene, ma si fatica a mettere la palla in porta. La squadra dà sempre l’impressione di poter far male all’avversario quanto a occasioni da rete e predominio territoriale, ma fatica a infliggere la stoccata finale. In difesa l’impressione è che non ci sia trippa per gatti, le tre torri dominano il gioco aereo, mentre “Frecciarossa” Barzaghi punge sulla fascia come un calabrone. In mezzo al campo si è sofferto poco niente sia per l’argine Santic, sia per Di Sabato, vero signore del centrocampo. L’attacco non ha convinto con Bortoluz in giornata no e Gherardi con autonomia limitata. L’ingresso in campo di Santana ha prodotto qualche preziosa punizione sulla fascia, seppur l’argentino sia apparso in talune occasione abulico, forse più nell’atteggiamento che nella sostanza. Nel secondo tempo, pur senza mai rischiare nulla, la squadra ha perso un po’ di smalto allungandosi e permettendo a un Fanfulla ,in dieci per l’espulsione del nuovo entrato Spiranelli, di credere al pareggio. Sarebbe stato un risultato davvero generoso per i padroni di casa visto che in campo oggi la differenza di valori è emersa in maniera netta. Certo è che se a poco dal termine la punizione dal limite fosse stata sfruttata meglio, saremmo qui a rammaricarci per aver perso due punti d’oro strameritati. Ecco, l’importanza di essere cinici in zona goal per poi gestire la gara con maggior tranquillità. Un aspetto sul quale mister Bonazzi dovrà lavorare fin da questa settimana che si preannuncia davvero importante per i tigrotti chiamati al big match con la capolista che potrebbe farli volare in alto in caso di successo. La Pro Patria è tornata, su questo non ci sono dubbi.
Flavio Vergani


0 commenti: