Header

MONZANI: 6
Oggi si è tuffato, dopo diverse partite che non lo faceva. E' anche uscito (male) su un traversone. Insomma, un po' di lavoro anche per questo giovane  in stage.

GARBINI: 7
Voto in più per il goal, per il resto svolge il suo compito senza particolari preoccupazioni.

BARZAGHI: 8
Partita perfetta per il giovane terzino che cresce di partita in partita. Mostra tecnica, corsa e intelligenza calcistica da categoria superiore.

ZARO: 8
Il granatiere in versione "all in one". Difensore, attaccante, bomber, che studia per diventare il leader di questa squadra che sente sua. Grande in tutti i sensi.

FERRARO: 8
Sprizza sicurezza da tutti i pori. Quando alza la testa e diventa statuario ricorda Beckembauer. Sbaglia solo una chiusura quando viene aggirato dall'avversario, ma il voto pieno se lo conquista con novanta minuti di assoluto valore.

DI SABATO: 8
Accademia del calcio per questo concentrato di intelligenza tattica e tecnica che ha incantato anche i palati più raffinati. E' il faro di questa squadra che lo cerca insistentemente per inventare i testi del pezzo. La musica la suona l'orchestra spettacolo Bonazzi e in campo si balla il rock and roll.

PIRAS: 6
Meno incisivo di quando entra a partita in corsa si distingue per un diligente svolgimento del suo compito.

PEDONE: 6,5
Non al meglio per qualche guaio muscolare gioca uno scampolo di partita di buon livello.  Le sue accellerazioni viste nel primo tempo sono da giocatore vero. Alla faccia di chi lo ha definito lento e di chi si è scandalizzato per il nostro precedente accostamento a Bruccini.

SANTANA: 8,5
Voto in più per il goal, ma anche per come in vantaggio per quattro a zero al novantesimo incitava i compagni al pressing alto dando l'esempio. Capitano coraggioso direbbero Morandi e Baglioni.

BORTOLUZ: 6,5
Non ha molte occasioni per mettersi in mostra, poi esce per un colpo che consiglia il mister di mandarlo sotto la doccia. Là davanti è sempre un punto di riferimento e la sua generosità è da tigrotto vero.

GHERARDI: 6
In crescita ma ancora con autonomia ridotta. Ha piede e dribbling, ma manca ancora in brillantezza.

MISTER BONAZZI: 8
Fa turn over intelligente prima della partita e durante centrando il risultato in maniera perfetta. Trova il tempo e il modo di provare un nuovo modulo rispondendo a chi era convinto che sapesse giocare solo con il 4-3-3. Bergamasco nell'anima: poche parole e tanti fatti,

0 commenti: