Header

Mister Bonazzi alla conferenza stampa odierna (foto Giovanni Garavaglia)
La convocazione per i giornalisti è  per le 11.45, ma mister Bonazzi “fa la sposa” arrivando solo a fine primo tempo, quando sono ormai le 12,30.
Evidentemente sono serviti minuti in più per risolvere i molti quesiti derivanti dalle cattive condizioni fisiche di più di un tigrotto. Le parole del mister lo confermano: “In una settimana con tre partite e visti i problemi di diversi giocatori, dovremo gestire la situazione. Non sarà una partita come le altre, troppi giocatori non sono al meglio e dovrò cambiare qualcosa. Potrà essere che giocheremo con il 3-4-3, oppure confermeremo il 3-5-2 ma in questo caso dovrò pensarci perché Colombo, Arrigoni, Pedone non stanno bene, mentre Santic è fuori. Se dovessero giocare rischiamo di non averli domenica prossima. Cercheremo di fare qualcosa di diverso domani per evitare infortuni che peserebbero sul turno domenicale. Arriva una squadra dura che nelle ultime quattro gare ha vinto tre volte. Ha giocatori importanti come Bonomi, Facchinetti, Pellegris, Rostoni. Giocheranno con il 4-3-3. Non hanno nulla da perdere, verranno qui a giocarsi la partita”.
Poi, viene chiesto al mister una valutazione sulle squadre migliori del campionato:” Credo che la Virtus Bergamo sia la squadra più forte. Ha giocatori di esperienza e due esterni di colore classe 98 davvero bravi. Magrin, Porcino, Morosini, Germani e Amodeo sono giocatori di esperienza e qualità che fino all’ultimo lotteranno per la vittoria finale. Voi non vi ricordate ma fin dalla prima gara di campionato vi dissi quanto era forte questa squadra. Il punto che facemmo in casa loro è stato di fondamentale importanza. La Virtus da qui a fine girone di andata rischia di fare tre vittoria di fila (Cavenago, Scanzorosciate e Levico)”.
Una valutazione su Piras del mister: “Non è una sorpresa, è solo arrivato “overweight” adesso che è in forma sta dimostrando il suo valore quando entra nei secondi tempi. Speriamo possa essere determinante anche quando giocherà dal primo minuto”.
Si fa presente l'esempio Gherardi, un professionista vero che entra al novantesimo in quel di Levico senza polemizzare, risponde Bonazzi sul tema: “Un giorno Mondonico mi disse che avrei giocato contro la Juventus, mi mise al novsntesimo e a fine partita mi disse “Te lo avevo detto che avresti giocato…” Spero che Gheradi non pensi di me quello che ho pensai io di Mondonico, ma sono certo che non è così, credo che il tutto aiuti a dare stimoli. Gherardi ha giocato con me, lo conosco bene, dovrebbe essere più cattivo e cercare di più la porta, mentre a volte ama il bel gioco, l’assist e questo lo rende meno incisivo. Gherardi è un giocatore intelligente che ha capito che la squadra ha trovato una solidità e dà il suo contributo allenandosi con serietà".
Infermeria affollata da molti tigrotti ma anche da una tigrotta come Stefania Salmerigo, addetta stampa della società biancoblù giunta in sala stampa completamente afona dopo il freddo patito a Levico. Per lei niente turn over, solo sofferenza!

Flavio Vergani

0 commenti: