Header


A metà anni quaranta il signor Peppino Cerana arrivava nei pressi del traguardo di una delle non poche gare ciclistiche organizzate dal Velo Club Bustese  sistemato davanti  al Comune, lato viale della Gloria,  a cavallo di un'esclusiva bicicletta dal telaio di legno speciale.
Cerana, fervente appassionato dello sport delle due ruote, divenne in breve presidente del sodalizio bustese. Vide in gara un dinoccolato passista, dotato di cronometrica portentosa pedalata, tanto da pronosticare all'ancor giovine e poco celebrato Fausto  Coppi , avvenire poco dissimile del pluridecorato asso varesino Alfredo Binda.
 
Coppi nel 1947 divenne socio effettivo del Velo Club Bustese.
Nel 1948 Cerana accettò di buon grado la presidenza  della USB PRO PATRIA ET LIBERTATE, accolse nel consiglio una decina di amici fidati, e, sino al 1952 rapportò Busti Grandi a livelli sportivi inimmaginabili , secondo taluni e talaltri, poco consoni ad una comunità di 49000 abitanti, nemmeno capoluogo di provincia.
A Busto, relativamente al periodo citato,  Milan, Inter, Torino, Genoa, Fiorentina, Sampdoria ed altri ebbero a che fare con irriducibili tigrotti sul campo, contornati  da affezzionatissimi spettatori sugli spalti ( media annuale 130.000).
 
Patrizia Testa, bustocca doc, sportiva eccellente, si è sobbarcata l'anno scorso l'onere pesante nonché  accidioso di tenere in vita  la compagine biancoblu. A malincuore, non solo per lo scrivente, è capitata amara retrocessione.
Patrizia  ha voltato pagina, mutato drasticamente rotta con qualificati operatori in grado di captare la direzione del vento, trangugiato amare considerazioni causate da  momentanei eventinonpositivi originati da fattori diversi, mutati in declarati assensi dopo sei vittorie consecutive.
 
La Presidentessa dell'Aurora Pro Patria 1919 ama anche lo sport delle due ruote: domenica scorsa ha seguito la vittoria bianco blu a Levico accanto a Francesco Moser, amicoda vecchia data.
I tigrotti sul campo han tirato fuori di nuovo le unghie. Sugli spalti qualcun altro e forse più d'uno affianchino Patrizia a riportare la gloriosa maglia biancoblu ai livelli più consoni ad una storia certificata  da eventi  indimenticabili, fiori all'occhiello di Busti Grandi dei nostri predecessori.
 
Giorgio Giacomelli

0 commenti: