Header


In questi giorni mi è venuto in mente cercare notizie su chi si è seduto sulla panchina della Pro negli ultimi 10 anni.

Una domanda soprattutto mi è venuta in mente ....

Che fine hanno fatto i nostri mister? Avranno trovato miglior fortuna?

Partiamo dal 2007. .(.alla fine di ogni scheda una mia breve frase di sintesi)

Marco Rossi: Dopo la Pro, perde con lo Spezia la finale play off per la LegaPro. Alla Scafatese viene esonerato e poi riassunto in meno di 5 ore!. Riesce a salvare la squadra dalla retrocessione in serie D. Alla Cavese in D viene esonerato dopo una serie di sconfitte, mal digerite dalla dirigenza. Trova però fortuna all’estero, In Ungheria! Viene ingaggiato dall’Honved e dal 2012 mister Monza è saldamente seduto sulla panca ungherese. Oggi è primo in classifica…buona fortuna! All’estero speriamo per lui in maggior gloria! ADATTABILE!

Franco Lerda: Dopo l’esperienza bianco blu, viene ingaggiato dal Crotone per poi passare al Torino. Esonerato dopo pochi mesi, gli viene affidata la stagione seguente ancora la panchina granata.  Non portando in serie A la squadra torinese viene sollevato dall’incarico. La famiglia Tesoro, lo vuole a Lecce. Passerà nel Salento 2 stagioni senza trovare la promozione nella serie cadetta. Si becca pure una sospensione di 7 mesi per una rissa alla fine della partita con il Frosinone. Passa al Vicenza che però, solo dopo poche giornate, lo esonera in tronco. Confidavo di vederlo in serie A. Per ora rimandato! INCOMPRESO!

Giuseppe Manari: (Su di lui trovo davvero pochino in rete). Dopo la Pro Patria passa al Como per due stagioni. Viene ingaggiato dalla Pro Sesto che, pochi mesi dopo lo esonera lasciandolo senza panchina.  Nel 2014 passa alla Reggiana col ruolo di allenatore della under 19. Oggi è un talent scout a Lugano per conto della squadra Svizzera. La strada da scopritore potrebbe essere quella giusta…vedremo! IMPREVEDIBILE!

Vincenzo Cosco: Questo sfortunato allenatore dopo noi tigrotti passa al Campobasso e poi alla Fidelis Andria. A Matera poi trova la gloria della promozione in LegaPro. Assunto alla Torres nel 2014 pochi mesi dopo deve purtroppo abbandonare l’incarico per una grave malattia. Il 9 Maggio 2015 Vincenzo Cosco muore per un terribile cancro che non gli lascia scampo. Oggi lo stadio di Santa Croce di Magliano (sua città Natale) è dedicato a lui. Resterà nel cuore di tutti noi tifosi!. Immenso e coraggioso! UNICO!

Raffaele Di Fusco: Successivamente a Busto, passa nel 2011 ad allenare i portieri del Torino assieme ad una nostra vecchia conoscenza, Paolo Di Sarno. Lo ingaggia il Lecce per due stagioni sempre con il medesimo ruolo. È il papà di uno strano meccanismo automatico detto “Deviatore di traiettoria” che viene usato ormai in allenamento da molti portieri in molti club nazionali. Questa macchina come dice la parola stessa devia un tiro automatico rasoterra in maniera imprevedibile, allenando così il portiere a prevenire strani movimenti innaturali del pallone. Meglio forse come inventore che come allenatore! LEONARDESCO!

Gianluca Gaudenzi: Dopo di noi quasi il nulla…un anno a Fano e poi sparito. ETEREO!

Raffaele Novelli: La prima squadra dopo la nostra in ordine di tempo è il Genova under 21.Passa poi per due stagioni a Barletta, Esonerato ddecide di andare ad occupare la panca del Vigor Lamezia. Anche qui poca fortuna. Arriva il 2015 e l’Aversa Normanna lo assume come suo tecnico. Novelli dopo una breve esperienza a Campobasso, decide di dimettersi dopo l’ennesima sconfitta in una stagione davvero scarognata. Per ora è senza contratto! Novelli,convinto Zemaniano non riuscirà mai ad attuare questa formula di calcio spettacolo in nessuna squadra….per ora!....Speriamo che possa realizzare il suo sogno di football spettacola a breve in un club migliore! Poco Zeman e molta sfortuna? MACCHIAVELLICO!

Giovanni Cusatis. Dalla Pro nel 2011 passa all’Alessandria.Dopo solo una stagione viene chiamato al Watford (come vice allenatore ed osservatore) in Inghilterra. Da vice allenatore torna in Italia e si accasa a Catania. Viene chiamato come consulente tecnico dal Carpi. Qui sarà lo scopritore di giovani talenti che ancora oggi formano l’organico degli emiliani. Nomi illustri trovati da Cusatis saranno anche acquistati da altre compagini di serie A!  Torna ad allenare quest’anno il Fano in LegaPro,ma solo pochi giorni fa viene sostituito da Agatino Cuttone per il suo rendimento non proprio esaltante. Meglio scopritore o allenatore?? Lo vedremo presto! DUTTILE!

Aldo Firicano:  A Busto nonostante la vittoria del campionato di LegaPro  non gli viene rinnovato il contratto. Forse per il suo carattere duro??...comunque qui in città ci sono ancora molti fans che lo rivorrebbero sulla nostra panchina. Per Firicano arriva un buon contratto con la Pergolettese, ma dopo una brutta stagione retrocede mestamente in serie D.  L’anno successivo a Fano il cammino è il medesimo.; Retrocessione senza appello!. Nonostante tutto non credo abbia smarrito la sua bravura tecnica…forse è stato solo scarognato. Oggi non ha contratti con nessun team ma ogni tanto rilascia dichiarazioni su social e giornali parlando in special modo di Fiorentina e Cagliari…suoi primari amori calcistici. Duro ma vincente..spero che per lui arrivi presto qualcosa di meglio! MERITEVOLE!

Alberto Colombo:, Dopo una stagione con noi, passa alla corte di Vavassori a Reggio Emilia. Con lui se ne vanno parecchi giocatori tigrotti…ma con la Reggiana non avrà il successo che merita. Rescinde consensualmente il contratto dopo due anni di intenso ma purtroppo improduttivo lavoro. La mancata promozione in serie B non gli lascia scampo.  Nonostante qualche richiesta in LegaPro decide di rifiutare altre destinazioni. Oggi è al lavoro per ottenere il patentino di tecnico valido per la Serie B e la Serie A. Aspettiamo e speriamo! STUDIOSO!

Luis Oliveira (Barroso), Qui da noi resterà famoso per le sue eclettiche camicie e per una sfuriata in conferenza stampa dopo la clamorosa sconfitta comasca per 4 a 3 …. rimonta del Como dopo il 3 a zero nostro..”cosa ci posso fare…forse è meglio che gioco io!”viene esonerato credo anche per questa frase, dal presidente Vavassori. (per lui cmq una solo vittoria in 11 panchine..davvero poco) L’anno scorso passa nella Maltese Floriana. Per lui un ottimo quinto posto che però non gli vale un nuovo contratto. Ogni tanto lo si vede in TV a “quelli che il calcio” e nelle trasmissioni locali soprattutto in veste di opinionista. Ancora oggi il suo look è molto particolare. Un saluto Luis…che tu possa sempre divertirti..qualunque cosa tu faccia! VARIEGATO!

Aldo Monza.  Successore di Oliveira resta solo pochi mesi con noi.Vittima di un valzer di panchine assurdo…. Per lui una buona stagione l’anno scorso nella vicina Legnano ma nonostante questo,  non trova spazio e viene lasciato a casa secondo noi ingiustamente. Che la vita sia migliore….Aldo buona fortuna lo meriti davvero! VOLENTEROSO!

Marco Tosi: Famoso solo per il caso Dirty Soccer piuttosto che per le sue panchine da tecnico bustocco. Dopo mesi passati a difendersi da accuse di partite truccate viene prosciolto. Oggi resta ancora senza lavoro. Per lui davvero Nulla da dire…RIVEDIBILE!

Marcello Montanari: Nell’anno orribile del 2015 forse l’unico vero bravo tecnico che abbiamo avuto. Arrivato credo troppo tardi, con noi trova solo una amara retrocessione. Oggi in una breve intervista ad un giornale locale dice di voler tornare presto alla guida di una qualsiasi squadra. Per noi resta un buon tecnico…peccato che sia arrivato nel periodo più brutto. Anche per te spero il meglio.CONCRETO!

Paolo Tomasoni: Non debutta nemmeno in campionato. La scelta dirigenziale di dirottare su Oliva e company dell’anno scorso gli toglierà il sogno di allenare in prima squadra. A Varese hanno pensato a lui per la panca…ma non si è concretizzato nulla. Per ora non si hanno notizie certe della sua attuale posizione…. Non pervenuto! INTROVABILE

Alessandro Oliva: Ho potuto vederlo a Verbania e non era malaccio…anzi a dir il vero era uno dei migliori della categoria. Arrivato a Busto nella stagione peggiore resta schiacciato da vicissitudini particolari. Gente che va e che viene…calciatori che si rompono come grissini…dirigenti fantasma…e molto altro. Viene cacciato dopo solo 4 partite. Tutta colpa sua?…vedremo che  anche gli altri tecnici, arrivati dopo di lui non faranno molto meglio. In una mia rubrica gli ho chiesto scusa…non perché pensassi male di lui, anzi..lo difendo ancora oggi!!, …ma perché con la sua Pro (davvero scandalosa) non avrebbe vinto nemmeno Mourinho , quindi per me rimane ingiusto giudicarlo un cattivo mister. Oggi è presente in emittenti locali e nazionali come ospite ed opinionista. Questa estate ha condotto una serie di corsi sportivi locali per giovani ragazzi. Se col calcio gli va male può comunque risollevarsi con la sua fiorente azienda di costruzioni Ossolana. Mattone dopo mattone arriverà in alto…? SOTTOVALUTATO!

Angelo Mastropasqua.  Bravo anche lui in quel di Verbania… sfortunato a Busto!!. Anche per lui come per Oliva è la stagione sbagliata per il grande salto da professionista. Il “Mastro”, è comunque una brava persona. La squadra gli ha voluto bene. Anche io ogni volta che ci parlavo ero consapevole che di calcio ne masticava e parecchio. Il problema e che la Pro del 2015-2016 era davvero scarsa. Solo pochi elementi salvabili. Angelo per me resta un buon tecnico, oggi allena in LIBANO! Una scelta coraggiosa. Sentito telefonicamente mi pare davvero contento. La sua squadra si chiama Sports Disctrict. Grande Mister…..speriamo di rivederci presto! GENEROSO!

Alessio Pala:  Esonerato l’anno scorso dopo aver fatto il possibile, trova posto sulla panca della Folgore Carate. Esonerato dopo poche gare…. per ora resta senza squadra. A Busto era davvero un eclettico mister. Molto bastone e poca carota.(così dicevano di lui) Anche per Pala vale lo stesso discorso di Mastropasqua e di Oliva…con una squadra poco affidabile non si potava fare molto meglio. Al nostro tecnico auguro comunque ogni bene. Ogni volta che ci parlavo al campo era sempre contento di essere a Busto. Resterà famoso perché a volte però difendeva l’indifendibile…. Forza e coraggio mister ..arriveranno tempi migliori! COMBATTIVO!

Luigi Alvardi: (Mastropasqua che non aveva il patentino di categoria fu affiancato da questo mister) il tecnico di Arzachena, passerà alla storia per una velocissima apparizione di poche settimana a Busto….ma parlando con  ex vari giocatori, resto di stucco nel sentir dire che forse era il migliore della scorsa stagione. Una brava persona che conduceva allenamenti molto intensi.  Insomma anche se retrocessi li faceva sudare! I Assieme al “Mastro” nessuna gloria…però! Alvardi, come detto sopra, sappiamo che qui è venuto solo quando tutto era compiuto. Sentito per telefono scopro che collabora tecnicamente con il Wholen ,i Challenge league Svizzera. Sta disputando un bel campionato e sembra davvero ben inserito!...di passaggio.qui a Busto in Svizzera per affermarsi!? VOLENTEROSO!

Ragazzi che storie strane!!……e soprattutto che valzer di allenatori!!

Chissà cosa accadrà nei prossimi 10 di anni??

 

Simone Merlotti.

0 commenti: