Header


Anche questa volta in quel di Busto è arrivato il solito “primo attore” munito di fischietto impazzito.
Che qui in città si presentino solo arbitri di livello scarsissimo, ormai è un dato di fatto.
In tutte le partite di casa, poche “casacche nere” si sono salvate da una brutta insufficienza.
L’esempio di ieri  più lampante è il cartellino giallo a Santana che. perde pochi secondi nel dare la fascia al compagno beccandosi l’ammonizione. Come se la cosa non si vedesse in ogni campo di calcio ogni santa domenica… Poi il risultato non era di certo in bilico… non c’era la fretta neanche da parte dell’avversario di riprendere il gioco…quindi…a voi la conclusione.
Il portiere del Bolzano ci metteva “ore” nel rinviare…e perdeva tempo di continuo, eppure neanche una giustificata ammonizione…..
Un intervento da dietro su un nostro giocatore davvero cattivello….per l’arbitro nulla da segnalare….un fallo tattico poco pericoloso in una zona ininfluente fatto da noi….subito giallo!
Due pesi due misure. Se poi ci mettiamo che Niang (V.Bolzano) dopo essere stato ammonito ancora una volta provoca un fallo da giallo, ma non viene nemmeno redarguito…allora si capisce che il “fischietto” non è in giornata.
Insomma la partita nel secondo tempo è stata noiosa….solo l’arbitro con il suo “individualismo” ci degna di qualcosa da raccontare.
Dalla prossima domenica fuori dallo stadio metteremo:
AAA cercasi arbitro senza vene di protagonismo, che faccia solo il suo lavoro…
Simone Merlotti.

0 commenti: