Header

Sarà capitato anche a voi di vivere una forte emozione su una cima di un monte, in mezzo a un mare cristallino, di fronte ad un dipinto o davanti a un monumento e di aver avuto voglia di condividere con un amico questa emozione, senza riuscirci. Le parole non trasmettevano il giusto significato di quanto era nel vostro cuore. Ebbene, la gara di oggi, dove la Pro Patria ha vinto per due a zero con il Bolzano con reti di Santana e Mauri, rischia di essere mal descritta a chi non era allo stadio. Troppo scontato il risultato per parlare di impresa, su questo tutti d'accordo, ma il buon Silvio ha centrato il punto quando ha affermato:" guarda che calcio, non sembra di essere in serie D...hanno messo qui una bella squadra, niente da dire". La Pro Patria è stata un'orchestra perfetta che non ha steccato una nota. Il suo direttore d'orchestra ha schierato i solisti Santana, Mauri, Gherardi lasciandoli liberi di inventare melodie e armonie, i musicisti hanno letto e suonato lo spartito e alla fine è stata standing ovation. Chi non c'era si è perso un pomeriggio di bel calcio, non ha visto un aggancio al volo di Santana nel primo tempo che raramente si vede anche in serie maggiore, si è perso un taglio di Mauri con imbeccata di Gherardi da manuale del calcio, si è perso le sgroppate da quattrocentista di Barzaghi, uno che Regalia ha già inserito nella lista dei talenti. Cosa aggiungere a quanto visto allo stadio? Niente. Il novanta per cento dei lettori di questo pezzo era senza alcun dubbio allo stadio, per cui non c'è nulla di nuovo in quanto stanno leggendo. Chi non c'era non crediamo proprio che si colleghi per leggere il pezzo. Dopo una giornata al centro commerciale, al cinema o davanti alle esclusive di Sky e Mediaset chissenefrega della Pro Patria. La sempre più puntuale Stefania Salmerigo, addetta stampa della Pro Patria, ha inviato un messaggio su " uoz ap" con questo testo: " spettatori presenti 732". Semplicemente vergognoso. Punto. Dove sono i " io non vengo finchè c' è TesoroVavassoriNittiCollovati adesso che c'è  la Testa? E, dove sono quelli che dicevano " io non vengo finchè non si vince" ?Palle romane, solo palle romane. Io non vengo perchè me ne strafrego della Pro Patria, questa sarebbe la frase perfetta per sdoganarsi dal' ipocrisia. Certo è che 738 sono pochi e ci si conosce tutti, per cui, quando si vincerà e ci sarà da festeggiare occhio a ripresentarsi con la sciarpa al collo, non passerete inosservati. Poco seria la società prima, troppo seria adesso, ma non è cambiato niente, forse prima di scegliersi una giustificazione meglio pensarci due volte. Ne
consigliamo un paio:1) mia moglie non vuole è perfetta per gli sposati, fa sempre il suo effetto
2) Vado in discoteca a caccia di vegliarde, è l'ideale per i single imbruttiti. Quest'ultima scusa farebbe persino crescere una sana invidia nei molti seniors presenti allo Speroni.
Flavio Vergani

0 commenti: