Header

La Pro Patria celebra con due giorni di anticipo la festa della liberazione ( dal suo precedente allenatore)e bombarda il malcapitato Scanzorosciate con quattro reti. I tigrotti ritrovano la vittoria dopo il lungo digiuno, fanno quaterna in trasferta per la prima volta e mettono sul campo motivazioni e voglia d’altri tempi. Il dopo Monza sembra essere stato metabolizzato grazie alla ricetta Javorcic che in pochi giorni ha sfebbrato i biancoblù. Il tecnico croato sembra stia caricando i ragazzi  convincendoli del fatto che potranno essere la mina vagante dei play off e, in effetti, vista la qualità oggi in campo e il rendimento di alcuni giocatori dati per “missing” nel recente passato, nulla sembra essere impossibile.
E’ chiaro che la truppa soffriva il comandante, ed è altrettanto chiaro che i soldati sono da prima linea e molti di lunga carriera, per cui l’esplosione potrebbe essere deflagrante.Si tratterà solo di innescare la miccia al momento giusto.
In campo non si sono viste novità tattiche particolari, a parte la scelta di Gionta in porta, con Scuderi centrale di difesa, ma quel che è apparso fin da subito diverso è stato l’approccio alla partita. Motivazione, attenzione e mutualità sono state le qualità oggi mostrate dalla squadra. In goal Garbini, prima doppietta della sua carriera per Colombo e Santana.
Tre goal su quattro sono arrivati da palle inattive, proprio dopo che il tecnico croato ha dedicato lunga parte dell’allenamento di sabato mattina a questo aspetto. Un dettaglio che oggi ha fatto la differenza
Insomma, buona la prima.
Avanti così

Flavio Vergani

0 commenti: