Header

Torna il "professore di storia" Giorgio Giacomelli con un'altra pillola tratta dal suo archivio, gelosamente custodito entro le mura della sua abitazione, il tempio del passato. Giorgio, ogni tanto, organizza un tour virtuale tour, accompagnandoci entro le pieghe del tempo per conoscerlo e riviverlo.
Oggi, si parla di Memo Toros

Dal 1945 in poi la U.S.B Pro Patria et Libertate, fondata nel 1881,  ha disputato otto  campionati in serie A, pari a  294 partite giocate, 360 gol fatti, 233 punti conseguiti.
La palma delle presenze spetta a Fossati Antonio  ( 230 ), seguono Uboldi Angelo  ( 208 ), Toros Memo ( 175 ) , altri 80  biancoblu per complessive 3234 presenze.
Facile assegnare  la qualifica di fuoriclasse in assoluto all'attaccante  Lello Antoniotti, doveroso rimarcare per l'attaccamento alla maglia, alla disponibilità di adattarsi ad ogni ruolo specifico  derivante da esigenze di partita  la figura di  Toros Memo ( Grado 25-9-1927 San Lorenzo Isontino 18-1-2012 ) micidiale, risolutivo attaccante, all'occorrenza inflessibile marcatore della punta avversaria.
Toros ciccò la prima prova( settembre 1948) sul campo  di via Valle Olona in Busto A.  segnò qualche giorno dopo tre reti all'Arau( svizzera), venne immediatamente cartellinato, guadagnandosi la palma del sempre presente nei successivi sette campionati di serie A ed uno di B.
Memo andava sù di testa con naturalezza, rimaneva per aria quell’attimo in più dell’avversario, creava seri problemi ai difensori avversari. Segnò  al 90’ la terza rete al Milan schiacciasassi( 29-5-1949-  Pro Patria-Milan 3 a 2 ),   sul campo al limite della praticabilità,(cfr.Mario Rovelli  IL Calcio Illustrato 31-5-1949 ), …riuscimmo soltanto a distinguere TOROS, seppellito di abbracci…la folla impazzita….la pioggia….gli ombrelli.
Toros oltre a calciatore efficace  era anche buona pasta d'uomo.
La Pro Patria, allora,  era forse l’unica squadra in serie A  che     utilizzava tre soli enormi valigioni, per gli arredi di partita. Non un facchino nelle stazioni ferroviarie, bensì  Gasparèn( massaggiatore ),  Memo Toros,  la terza al volenteroso di turno, solitamente un tifoso al seguito della squadra.
Toros ebbe sempre la Pro Patria nel cuore: l'ultima mattina citò tutti i componenti della Pro Patria alla figlia Tiziana.
Il Piccolo di Trieste gli ha dedicato due pezzi ( uno di Pizzul ) il 20 -1-2012, oltre a copia integrale di mio articolo pubblicato da La Prealpina.
Anni fa Pinuccio Asta  gli riservò uno speciale riconoscimento nel corso dello svolgimento del Memorial Colombo Mario.
In occasione della gara Pro Patria-Lecco 3 a 0 ( 23-1-2012)la società Aurora Pro Patria 1919 non ha ritenuto dover rammentare la dipartita di Toros. Peraltro ai funerali di lello Antoniotti, celebrati a Novara, alla presenza di numeroso pubblico oltre a rappresentanti e stendardi di Torino, Juventus, Novara, Vicenza e squadre minori del capoluogo piemontese, la società Aurora Pro Patria 1919  ha brillato per la sua assenza.

Giorgio Giacomelli

0 commenti: