Header


Si è chiusa l’ottava edizione della Festa della Birra del Pro Patria Club che ha visto il sodalizio del presidente Centenaro impegnato in una tre giorni non stop. Tre serate di musica italiana, ma non solo. Balli, bancarelle di artigiani della zona, mostra di moto Harley Davidson, un’edizione speciale del Tigrottino e tante altre iniziative hanno infarcito il programma pensato da Giovanni Pellegatta, deus ex machina della manifestazione. La serata finale ha visto sul palco l’”Onda Nomade” che ha viaggiato nella storia musicale del gruppo di Augusto Daolio e Beppe Carletti. Sul palco anche la presidentissima della Pro Patria Patrizia Testa, una donna sola al comando che veste la maglia biancoblù con orgoglio e passione e con la quale sta tentando la scalata verso la categoria superiore. Una donna sola al comando alla ricerca, non solo di qualche gregario in grado di aiutarla sulle salite di un campionato terribile, ma anche di qualche risposta da parte del territorio che le possa permettere di disporre del minimo indispensabile necessario ad una
società che ambisce al professionismo. Con lei, sul palco, anche l’ex sindaco Gianluigi Farioli, da sempre tifoso dei colori biancoblù che ha parlato ai tifosi presenti con il solito slancio. A fine serata è stato celebrato lo staff del Pro Patria Club che ha collaborato per la buona riuscita della festa. Il direttivo del Pro Patria Club donerà parte del ricavato  della festa ad un’associazione attiva nell’ambito della solidarietà. 
 
 
 

Flavio Vergani

0 commenti: