Header



E’ arrivata in quel di Sondalo la presidentissima Patrizia Testa che passerà un breve periodo in Valtellina. Già da ieri, sono state “postate” testimonianze della sua presenza sul campo di allenamento, dove mister Javorcic sta spremendo i tigrotti con doppie sessioni di allenamento. Attenzione alla preparazione fisica ma anche alla tattica per preparare il primo test amichevole previsto per sabato alle 17 contro una rappresentativa locale. C’è molta curiosità tra i tifosi per capire il modulo di gioco che sceglierà l’allenatore, anche per capire chi potrebbero essere i titolari biancoblù. C’è abbondanza ovunque. Si pensi, nel caso di una difesa a tre, alla difficoltà di mettere in campo, oltre ai probabili under, anche i vari Zaro, Molnar e Colombo. A centrocampo, ammesso che si opti per una linea a quattro, si giocherebbero il posto i vari Gazo, Disabato, Pedone, Pettarin, oltre ad almeno un giovane (Arrigoni)che ruberebbe di default un posto ai big. In attacco? Grasso che cola! Santana, Gucci, Bortoluz, Le Noci sono giocatori che troverebbe un posto da titolare in qualsiasi squadra di serie D e anche di Lega Pro. Una santa abbondanza che permetterà alla Pro Patria di risolvere il problema maggiore della scorsa stagione. E, attenti alle sorprese alla “Cutrone”. I giovani tigrotti arrivati da altre squadre, ma anche dalla nostra juniores, sono pronti per mettere ulteriormente in difficoltà mister Javorcic. Chiunque si improvvisi allenatore e a ragion di logica e buonsenso si cimenterà ad allestire un probabile undici tipo, si troverà a mettere in panchina giocatori che non la meriterebbero. Provate anche voi e se risolvete il rebus, inviateci via mail la vostra squadra titolare. Noi ne azzardiamo una con modulo 4-3-3. Ricordiamo l’obbligo di schierare un giocatore nato nel 1997, due giocatori nati nel 1998 e un giocatore nato nel 1999.
Pro Patria :
1)Mangano ( 1999)/Guadagnin(1999)
2)Scuderi (1998)
3)Marcone(1998)
4)Colombo
5)Zaro
6)Pettarin
7)Disabato
8)Arrigoni (1997)
9)Gucci
10)Le Noci
11)Santana
Un’alternativa potrebbe essere rappresentata da Gazo come terzo di centrocampo che obbligherebbe a schierare un altro 1997 al posto di Arrigoni, con possibile inserimento di Ugo in difesa che con Bortoluz fa parte del mini gruppo classe 1997 disponibile nella rosa dei tigrotti.
Ovviamente, trattasi solo di un gioco per ingannare l'attesa che ci separa dall'esordio della squadra. Solo lì capiremo le intenzione di mister Javorcic. Anche perché, lasciare in panchina gente come Molnar, Pedone, Bortoluz e tanti altri è una responsabilità pesante che dovrà essere giustificata solo dai risultati sul campo e non dalla robustezza dei curriculum.
Flavio Vergani  







 
 




0 commenti: