Header

Non c'è neppure tempo per gustarsi la bella giornata di ieri in quel di Lumezzane, visto che è già tempo di pensare al prossimo match.
Mercoledì alle ore 14,30 arriva a Busto il Ciserano di Matteo Serafini che proprio ieri è andato in goal, grazie ad un calcio di rigore che ha impattato sull'uno a uno il match con la Grumellese.
E, a proposito di ritorni, domenica 12 novembre, oltre al go back in squadra di Santana e Disabato, ci sarà il ritorno di Govanni Cusatis, il mister della penultima promozione, amato e stimato da tutta la tifoseria di Busto, ora alla Bustese.
Cusatis che proprio ieri ha fatto un favore alla Pro Patria fermando il Rezzato.
Abbiamo chiesto a Cusatis le sue impressioni sulla corazzata bresciana. Dice il tecnico della Bustese:" Il Rezzato è una squadra che non c'entra niente con la categoria. Hanno una panchina lunghissima di grande qualità. Possono permettersi il lusso di cambiare cinque giocatori con altri di pari valore e questo è un vantaggio che poche squadre possono permettersi."
Però, non hanno vinto...:" E' vero, potevamo addirittura raddoppiare, ma devo dire che su qualche conclusione hanno avuto sfortuna. Mi ha impressionato la loro capacità di fare gioco, quando hanno in mano il pallino non sai come fermarli. Puoi solo ripartire, ma l'assedio è pressoché continuo. Hanno giocatori di grande abilità nell'uno contro uno e quando puntano gli under diventa difficile. contenerli. Mi hanno impressionato a livello fisico, sono degli arieti davanti, sui cross diventano pericolosissimi".
Ma, hanno perso con lo Scanzorosciate...:" E' vero, ma quella partita l'ho vista, hanno giocato nell'area piccola dello Scanzorosciate, solo per un caso non sono riusciti a segnare".
Quindi? Vincono loro?: "Non è detto, credo che la Pro Patria possa giocarsela alla pari, metto anche il Ciliverghe e la Pergolettese che ha una punta di valore come Ferrario. Ho visto che la Pro Patria vince anche senza Santana e questo è un buon segno."
Tra breve tornerai a Busto, posteggerai il pullman davanti alla porta?:"No, vedremo cosa fare anche vista la situazione critica in termini di disponibilità di giocatori che sto vivendo, ma sicuramente niente pullman davanti alla porta, non siamo quel tipo di squadra".
A presto Giò.
Flavio Vergani

0 commenti: