Header

Mister Cusatis ha lasciato un buon ricordo a Busto testimoniato dall'affetto con il quale in molti lo hanno salutato. Aspetto sottolineato dall'allenatore di Portichetto: "E' sempre un piacere tornare qui. Sono stati tre anni importanti e oggi ho rivisto persone che da tempo non incontravo".
Sulla gara:"La Pro Patria è una squadra forte e composta da giocatori che hanno militato in categorie superiori. Rispetto al Rezzato l'ho trovata più compatta. Il Rezzato ha più individualità che possono accendere la partita. Lotteranno queste due squadre fino alla  fine. Ma, questo girone è una  vera serie C. Un girone più difficile del girone A dove ci sono meno squadre attrezzate per vincere il campionato. Qui oltre a Pro Patria e Rezzato ci sono Crema,  Pergolettese, Ciliverghe e altre con organici importanti".
Sorpreso dalla tattica di Javorcic?:"No, lo conosco e lo apprezzo, so come gioca. Con la qualità che ha in mezzo al campo gioca con il vertice rovesciato, andando a pressare il playmaker avversario con le tre punte, oppure, con il vertice basso con movimenti tradizionali. Nel primo tempo ci ha creato difficoltà, nel secondo, grazie ad alcuni accorgimenti tattici, siamo riusciti a prenderli in mezzo giocando meglio". Un rigore negato?:" Non lo so. Il ragazzo dice che è stato atterrato e poi c'era un fallo di mano, ma non commento mai questi episodi. Nessun alibi, l'arbitro non ha fischiato e si è continuato a giocare. Punto."
Dispiace però...? "Dispiace aver subito il secondo goal durante il nostro periodo migliore. Tra l'altro su un nostro errore di disimpegno. Ma, giocando contro squadre forti sul palleggio come la Pro Patria è normale poter sbagliare qualcosa".
Classifica bugiarda quella della Bustese?"Se siamo in questa posizione un motivo ci sarà..."
Flavio Vergani

0 commenti: