Header

Una Pro Patria stanca dopo il blitz di Lumezzane, con molte assenze, con in campo un ragazzo che poche ore fa ha perso il padre e in inferiorità numerica per l’espulsione di Marcone ad opera di un arbitro probabilmente reduce dai vapori alcolici della notte di Halloween, porta a casa un pareggio per zero a zero con il Ciserano.
Alla fine bicchiere mezzo pieno, anche considerando la bella partita del Ciserano che ha lottato su ogni pallone per novanta minuti con lucidità e grinta.
La squadra è stata  commuovente nell’impegno e nella dedizione, ma le gambe e soprattutto la testa sembravano annebbiate per gli sforzi di queste ultime giornate che i ragazzi hanno sostenuto per colmare le assenze di Le Noci, Disabato e Santana.
Alla fine i tigrotti mantengono l’imbattibilità e non perdono il primato in classifica, ora condiviso coni Dardo Boario.
Giornata di grandi emozioni per il ritorno di Matteo Serafini a Busto, salutato con tre striscioni esposti nei distinti centrali, oltre che dall’affetto della curva. A fine gara vero e propria standing ovation per l’ex capitano che ha lascito il campo sotto un uragano di applausi.
A dimostrazione che i tifosi di Busto molto amano chi molto ha dato sul campo e fuori dal campo.

Flavio Vergani

0 commenti: