Header


E’ arrivato un altro Natale. 

Guardo il mio albero…
 
Finalmente non vedo la Pro Patria sotto l'albero.
E’ in cima, sulla punta, in “Testa” in tutti i sensi. 

Sta terminando un altro anno.

Guardo avanti…
 

Vedo all’orizzonte tanti traguardi da inseguire.Sogno una grande gioia, una nuova alba con una luce bianco e blù. 
 

Guardo intorno…
 
Vedo tanti amici, qualcuno manca...
 
Guardo in alto …

Vedo tante mani che mi salutano...Ciao Amedeo, ciao Angelo, ciao Lorenzo, ciao Mario, ciao Simona. Gli altri sono tutti qui con me: torri, alfieri, cavalli e tanti pedoni. Quante partite vinte, grazie ai pedoni. Grazie ragazzi!

Non guardo indietro…

Quel che è stato è stato.
Se qualcosa meritava di essere ricordato con me l’ho portato.
Il resto è passato.
 
Guardo dentro di me…

Vedo la mia squadra. Sono fiero ed orgoglioso dei miei giocatori.

Ha perso poche partite, pareggiata qualcuna, vinte moltissime.
Vorrei fare un regalo a tutti i mie giocatori, ma sono tanti.
Non saprei nemmeno cosa regalare, perché , per persone così grandi ,servirebbe un regalo grandissimo.
Allungo le mie braccia e le abbraccio tutti…
I miei regali sono il mio affetto, la mia stima, il mio ringraziamento, la mia gratitudine. Sentimenti veri…preziosissimi.

Osservo il mio presepe…


In una fredda grotta, tra tante persone umili e povere all’apparenza, ma ricche in trasparenza, nasce un miracolo. Proprio quello che succede tutti i giorni alla mia squadra.
Ha ragione lo scrittore Giovanni Rodari : "Se ci diamo una mano, avvengono i miracoli ed è Natale tutti i giorni".  

Ora, qualcuno mi sfiora…

Sento un brivido, ma forse è solo una carezza.
Mi guardo allo specchio per scoprire cos’è.
Vedo qualcosa che luccica.
Potrebbe essere una lacrima?
No, è la solita luce che si riflette nei miei occhi, nel mio cuore e nella mia mente.
Sei tu, eterno mio amore bianco blù. 

Buon Natale !
Roberto Centenaro Presidente Pro Patria Club   

 


 

0 commenti: