Header

Pubblichiamo in forma integrale quanto dichiarato da Di Nunno, presidente del Lecco, in quanto trattasi di valutazioni davvero gravi nei riguardi dell'arbitro e della nostra società. Il presidente parla della Pro Patria come di una società senza soldi, che non paga i giocatori. La presidentessa Patrizia Testa, presente in sala stampa, sta valutando eventuali azioni legali a difesa dell'onorabilità personale e della società. Nella registrazione la presidentessa verrà anche zittita dal vice presidente del Lecco con testuali parole: "Chiudi il becco". Insomma, uno stile non propriamente "british", ingiustificabile anche di fronte ai fatti accaduti in campo.
Flavio Vergani


0 commenti: