Header


Avanti a “testa” alta. Questa la sintesi dello stato d’animo della presidentessa Patrizia Testa sentita nella serata di ieri dopo una giornata per lei molto intensa.
A parte la causa civile depositata nei confronti dell’ex patron Vavassori per vedere riconosciuto un debito a suo parere non inserito a bilancio, la numero uno bustocca ha a cuore la vicenda sportiva. Per cui, nel pomeriggio di ieri ha catechizzato e spronato la squadra con una personale visita ai ragazzi. Un modo per far sentire loro tutta la vicinanza della dirigenza e ricaricare le pile in vista del match con il Lumezzane.
Intanto qualcosa si muove a riguardo della vicenda campi di allenamento che sembra finalmente vicina alla soluzione finale. E’ la stessa Testa a confermarlo:” E’ stato appaltato il lavoro di recinzione del terreno e di collegamento elettrico. Abbiamo deciso di finanziare tramite il credito sportivo la stesura del manto erboso in sintetico che garantirà molti vantaggi. Ho come obiettivo di avere il tutto pronto entro la metà di Luglio 2018”. In pratica, la società si accollerà i costi per la realizzazione del campo sintetico, il comune pagherà la struttura.
La causa Vavassori non sarà l’unica che impegnerà lo studio legale che segue la presidentessa, infatti viene confermata anche l’azione verso Di Nunno, presidente del Lecco, che rilascio dichiarazioni pesanti nei suoi confronti dopo la gara di gennaio. Anche qui, è la stessa Testa a confermare l’intenzione: ”In realtà qualcuno dell’entourage del presidente Di Nunno mi ha contattata per farmi cambiare idea ma non faccio nessun passo indietro. Anzi, a breve Di Nunno verrà chiamato a Roma dalla Procura Federale per comunicare quanto accaduto”.

Flavio Vergani

0 commenti: