Header

GUADAGNIN: 6
Ritrova il suo incubo del girone di andata e se allora rimase psicologicamente colpito, oggi entrerà in terapia.

SCUDERI: 6
Chiudiamo un occhio sul retropassaggio al portiere che stava innescando l'avversario, per il resto fa il suo

COTTARELLI: 5
E 'giunto il momento di cambiare marcia, davanti alla porta serve lucidità, quando si crossa serve  precisione

ZARO: 6,5
Il ragazzo ha animo tigrotto e fa tutto bene, dietro dirige la difesa con autorevolezza, davanti si improvvisa pivot per sopperire ai centimetri mancanti.

GALLI: 6
Non soffre la presenza nella sua zona di competenza di un veterano come Ferreira Pinto. Bene la sua fase propulsiva con ottime dinamismo e qualche bel cross.

MOLNAR: 6+
Nessuna sbavatura seppur in una gara  un po' timida in fase offensiva. Probabilmente per ordini di scuderia.

COLOMBO: 5
Impalpabile sia nella costruzione di gioco apparsa lenta, leziosa e imprecisa, sia in quella difensiva non all'altezza della sua qualità. Da uno come lui ci si aspetta valore aggiunto anche perchè si sacrificano due come Gazo e Disabato . Per cui, è logico aspettarsi molto di più.

PETTARIN: 6
Raccorda, imposta, cuce e ricama, ma non arriva la giocata ispirata, l'innesto alle punte, una soluzione meno scontata.

GUCCI: 5,5
Poco servito forse, depotenziato dall'istinto killer sicuro. Risultato: zero al quoto. In queste partite il bomber deve essere spietato.

LE NOCI: 6
Come va valutato? Come attaccante o come creatore del gioco? Cinque e mezzo nel primo caso, sei e mezzo nel secondo. La media fa sei, ma allora la seconda punta chi è?

PEDONE: 5,5
Tanta buona volontà, tanta voglia di strappare, ma da un po' non vediamo il vero Pedone. L'impressione è che sia per lui, sia per Disabato, con il 4-3-3 dello scorso anno erano più a loro agio.

MISTER JAVORCIC: 6
Annulla le qualità del Pontisola con una scelta strategica perfetta. Inaridisce il gioco dei locali, disinnesca centrocampo e attacco ma non le qualità dei singoli ( Pennesi e Recino)che gli presentano il conto. Essendo la terza volta che succede ci si chiede perchè.

0 commenti: