Header


Il messaggio alle due di notte di Andrea Scalvi non faceva presagire nulla di buono. Infatti nel suo whatsapp, c’era una notizia terrificante. La morte del nostro Gigi Salmerigo. Una frecciata al cuore improvvisa. Il magone di Andrea si è unito subito al mio. Non ho conosciuto Gigi come molti del Pro Patria Club, ma è bastato quel poco per capire subito che bellissima persona fosse. I sabati mattina passati con lui vicino alla biglietteria con la sua “stella”, cagnolona che lo guardava sempre con occhi dolcissimi, erano sempre bellissimi. Un rapporto tra me e Gigi sincero, parlando dei tanti difetti della serie D, della nostra Pro e del Milan. Aspettavamo l’allenamento e poi la sala stampa per l’intervista di Javorcic. Una persona che come dice patrizia Testa, nel suo post di addio, era una presenza leggera che aleggiava nello stadio con il suo sorriso o il suo fare gentile…..quasi senza disturbare nessuno. Un uomo che era disposto sempre a sentire i pareri degli altri, ma sempre senza la foga che ci si mette nelle discussioni del calcio. Gigi per quel poco che ho visto è stato una persona solare e cordiale, un uomo che amava questo sport e la Pro Patria….. Ciao Gigi guarderai dall’alto la tua Pro, le tue bellissime straordinarie figlie Stefania e Francesca e ti ricorderai della tua dolce e forte Patrizia. Una famiglia stupenda come lo eri tu.
… E come ho sempre detto nei post di addio alle belle persone in bianco blu che in un modo o nell’altro ci lasciano improvvisamente.  Anche per lui dico la stessa frase.
Chi la maglia ha indossato, onorato, seguito o amato….non verrà mai dimenticato.  
Ciao Gigi…
Simone Merlotti

0 commenti: