Header

IL Cuneo di Emiliano Nitti retrocede in serie D dopo aver perso anche la seconda gara di play out con la Lucchese.
Di play out l'abbinata tra queste due squadre non aveva proprio nulla visto che sul campo i due organici hanno dimostrato di meritare i play off ma le irregolarità amministrative hanno causato pesanti penalizzazioni che le hanno costrette a lottare per la retrocessione.
Ora, il destino del Cuneo è segnato mentre la Lucchese si giocherà la salvezza contro il Bisceglie di mister Rodolfo Vanoli ( ex Pro Patria) e di Calanda, altro ex Pro Patria.
Il Bisceglie in campionato ha realizzato 29 punti, la Lucchese ben 45 punti poi ridotti a 22 per le penalizzazioni.
E' corretto che il Bisceglie debba giocarsi la salvezza contro un organico da play off come quello della Lucchese? No!
E' normale che la Lucchese, che ha allestito una squadra di qualità senza ottemperare al pagamento del dovuto, potrebbe salvarsi a scapito di chi ha fatto il passo secondo la gamba per non incorrere in sanzioni amministrative? No!
Ha un senso questa situazione? No!
Lo potrebbe avere solo se si salvasse il Bisceglie, diversamente sarebbe una chiara ingiustizia sportiva che permette di accostare due squadre nate con due destini diversi di cui una virtuosa e l'altra no sotto il punto di vista del rispetto delle norme finanziarie.
Per cui, per onore di giustizia "Forza Bisceglie"!
Flavio Vergani

0 commenti: