Header

Alessio Marcone con mamma Cinzia
Importante e prestigiosa vittoria della Pro Patria che contro ogni pronostico sbanca il "Brianteo" di Monza battendo la corazzata di Berlusconi per tre a due nella gara valida per i sedicesimi di Coppa Italia.
Pro Patria sempre in vantaggio e sempre recuperata durante il normal time per cui è stato necessario ricorrere ai tempi supplementari dove ha deciso un goal di Molnar.
Mister Javorcic cambia look e si presenta in panchina sfoggiando un paio d'occhiali di pregevole fattura e vede subito chiara la strategia per mettere in difficoltà i brianzoli che rispondono con un analogo turn over.
Girandola di reti dalla mezz'ora del primo tempo al termine della prima frazione di gioco con in goal Pedone al 31', Marchi al 32', Marcone al 38' e Chiricò al 44'.
Poi, si dovrà attendere il secondo tempo supplementare per vedere la rete del Monza scuotersi per un bel colpo di testa di Molnar che consegnava ai bustocchi il pass per gli ottavi di finale dove incontreranno la vincente tra Lecco e Feralpi Salò.
A parte la soddisfazione per la vittoria, fa piacere il goal di Pedone che finalmente centra la porta dopo le occasioni mancate nel recente passato che stavano diventando un peso a livello psicologico.
Altrettanto importante il goal di Marcone un ragazzo che pazientemente ha atteso il proprio turno mostrando grande resilienza dopo aver vissuto momenti non semplici, non sempre per colpe proprie, nelle occasioni ove era stato chiamato in causa.
Lo scorso anno, dopo non aver visto praticamente il campo, fu buttato nella mischia nella gara con l'Arezzo assegnandogli un compito troppo complicato  per il suo primo giorno di scuola, così la coppia Brunori- Cutolo lo punirono oltremisura. Quest'anno l'esordio è avvenuto nella gara di Pontedera nella quale mister Javorcic è ricorso ad un massiccio turnover che ha cambiato il volto della squadra e tolto i suoi punti di riferimento.
Nonostante questo, Marcone andò decisamente meglio a dimostrazione che il processo di crescita del giovane talento del nostro settore giovanile sta portando i suoi frutti . Frutti colti oggi con il goal che premia la costanza e la determinazione di questo giocatore al quale manca solo la continuità del campo per salire l'ultimo gradino della consacrazione. Continuità che ovviamente fa rima con titolarità che Marcone ha deciso di inseguire sfruttando al meglio le occasioni che il mister gli sta dando.
Ottima anche la prestazione di Molnar che, oltre alla rete decisiva, ha giocato un' ottima partita candidandosi come alternativa al trio di centrali difensivi scacciando via qualche dubbio di troppo nato dopo qualche sua recente prestazione incolore.
Da segnalare anche la prova molto positiva del portiere Mangano che nel finale di gara si è reso protagonista di un paio di parate di grande livello che hanno salvato il risultato.
Un ritorno dopo l'infortunio fisico di quest'anno e gli infortuni tecnici dello scorso anno che non può che far piacere a tutti i tifosi e ai tecnici che stanno curando la sua crescita.
Insomma, dopo l'esame fallito delle seconde linee in quel di Pontedera, oggi c'è stata la rivincita delle stesse con una prestazione persino sorprendente non solo nel risultato ma anche nei contenuti della vittoria e nel nome dei suoi protagonisti.
Flavio Vergani

Pro Patria : Mangano; Molnar, Molinari (35′ st Boffelli), Marcone; Spizzichino, Palesi, Bertoni (18′ st Fietta), Pedone (18′ st Brignoli), Masetti; Defendi (18 st Kolaj), Parker. A disposizione: Tornaghi, Galli, Lombardoni, Ferri. Allenatore: Ivan Javorcic
Marcatori: Pedone (PP) al 31′, Marchi (M) al 32′, Marcone (PP) al 39′, Chiricò (M) al 45′ pt; Molnar (PP) al 6′ sts

0 commenti: