Header

PELE’ O rey do futebol

Edson Arantes do Nascimento, meglio conosciuto come “ Pelè “ , nato a il 23/10/1940 a TresCoracoes ( Brasile ), attaccante, 1281 goals segnati in  carriera( cfr FIFA) di cui 961 in gare ufficiali,  è tutt’ora l’ unico calciatore ad aver vinto tre campionati del Mondo ( 1958-1962-1970 ).

Feola, di origini italiane, CT verde oro nel 1958, confida al giornalista G.Panza “ vedrai un giocatore che diventerà il più grande di tutti i tempi “.

Pelè, inserito nei quarti : stop di destro pallone colpito di controbalzo,  rasoterra, palo interno, rete, Galles sconfitto 1 a 0.

In semifinale contro la fortissima Francia del fuoriclasse Fontaine, Pelè,  firma una tripletta.

In finale contro la Svezia trascina i verde oro alla conquista del titolo. Al 51’, 2 a 1 per il Brasile, “ o rey “ stoppa di petto a seguire un cross di Nilton Santos, evita Gustavsson, dribbla Axbom, prima che la palla tocchi terra, di piatto destro l’adagia comodamente alle spalle del portiere svedese  Svensson.

Ho rivisto di recente  l’azione citata, mi ha sollevato dal  brusogio “ corrente.

Ho ammirato Pelè a San Siro contro l’Inter, amichevole, attorno agli anni ’60’, indi,  il 18/10/1963 sconfitto dal Milan 4 a 2 , in virtù della superba prestazione del mediano rossonero “ Giuan Trapattoni”.

Nella finale vinta dal Brasile sull’Italia 4 a 1 a Città del Messico, Pelè, notata l’assenza di Rivera tra gli azzurri commenta “ giorno di lutto per il calcio “.

L’Italia era spaccata tra Mazzola o Rivera i “ Guelfi “ ed i “ Ghibellini “. Dopo 50anni è cambiata in peggio. Meno male che dalle nostre parti  c’è  uno zoccolo duro  di giovani e meno giovani che soffrono per la mitica maglia “ BIANCOBLU “.

Giorgio Giacomelli


 

0 commenti: