Header



Alessandro Spanò, ex tigrotto, il soldatino a Busto, il Capitano a Reggio Emilia, ha appena coronato un sogno. Anzi due: la conquista della serie B e la laurea in Sport e Management.
Cosa conta di più per un calciatore di 26 anni tra le due? Beh, nessun dubbio, la promozione in serie B.
Troppo scontato per uno come Alessandro che, oltre ai piedi, ha anche un cervello fine, tanto che ha preso al volo una borsa di studio che lo proietta in una Business school estera, salutando la compagnia.
Scarpe appese al chiodo , bel video su Facebook con la sua storia nel calcio e da domani sarà il dottor Spanò.
Una scelta coraggiosa che il ragazzo ha preso proprio quando avrebbe potuto esordire nella ambita serie B.
Ha scelto la serie A, dove senza alcun dubbio troverà tante soddisfazioni.

Le sue dichiarazioni :  "E' stato un bellissimo viaggio. Sono arrivato da ragazzino, sono cresciuto e diventato un uomo. Ho intrecciato il mio destino a quello di questa città, e siamo arrivati insieme a grandi traguardi. E' stato un grande onore. Ero solo felice di poter vivere un momento così importante con al fianco degli amici prima che dei compagni. Per il resto, il destino aveva già deciso un unico finale per questa storia. Nel tempo ho sempre avuto una grande curiosità e la voglia di affrontare nuove esperienze e nuove sfide. Ho portato avanti molti progetti in questi anni, pur tenendo il calcio sempre al primo posto. Adesso inizia una nuova fase della mia vita".

Flavio Vergani 

0 commenti: