Header


Un quarto d’ora prima delle quindici del 21 settembre 1947 entrano appaiati sul terreno di gioco di San Siro Reguzzoni e Puricelli, capitani di Milan e  Pro Patria , per la 2^ del campionato di serie A 1947/48.

I tifosi milanisti, in piedi,  applaudono i due capitani,  alfieri al Bologna dal 1938 al 1943, Campioni d’Italia nel 1939 e 1941. Hector Puricelli, uruguagio, segna 77 reti, buona parte dietro soavi cross di sinistro in corsa dell’imitabile Carletto, Carlo Reguzzoni va a rete in 59 occasioni sollecitate anche da assist, di tacco, dell’ineffabile Hector, puntero rossoblu.

Al 7’ Puricelli beffa la poco attenta difesa bustese, più avanti Annovazzi raddoppia su punizione, al 40 ’Puricelli, di testa, pone alle spalle di Uboldi la terza rete originata da perfetto cross dell’ala destra rossonera Degano. Allo scadere dei primi 45’ di gioco Reguzzoni riavviva la gara con lesto tocco sotto porta, indi in avvio di ripresa  Angiulèn Turconi  sorprende il difensore avverso Gratton, beffa il portiere milanista Rossetti, lascia ben sperare , invano, a seguito di sgroppata e stilettata bassa dell’esterno milanista Degano nei cinque minuti successivi.

4 a 2 è  ineccepibile responso e compagine  biancoblu da rivedere in difesa a seguito di dettami derivanti dalla nuova disciplina tattica “ il sistema “ non ancora doverosamente assimilati.

Carlo Reguzzoni è  anche abile amministratore della “ Cooperativa Pro Patria “ , costituita da giocatori biancoblu  all’inizio dell’anno 1944 per la gestione della società orfana dei tre soci amministratori rimasti. La “ Cooperativa”  disputa al meglio il Campionato Alta Italia 1944, la Coppa Marucco-Meneghetti, partecipa al “ Torneo Benefico Lombardo, iniziato ai primi dell’anno. Al riguardo giovedì  17 aprile 1945, la Riunione dei Soci, approva all’unanimità il Bilancio, determina di erogare la somma di Lire 52.210, 30=al Comune di Busto Arsizio per esigenze correnti, aggiunge Lire 5000= di tasca propria, da devolvere alle cure dei rimpatriati dalla guerra ricoverati al Sanatorio cittadino.

Esimio Signor Sindaco Dr.Emanuele Antonelli rinnovo l’invito a render  disponibile la struttura di Via Valle Olona alla Aurora Pro Patria, finalizzata  alla crescita dei propri giovani calciatori per la stima conseguita da Carlo Reguzzoni sui campi di calcio, bensì per le  saggie determinazioni poste a salvaguardia della “ maglia biancoblu” in periodi massima criticità.

Giorgio Giacomelli.


0 commenti: