Header

 IMPRESA SFIORATA

“Ci abbiamo creduto dall’inizio alla fine. Siamo sempre stati in partita. Gli episodi hanno chiaramente condizionato il match, ma aver disputato una partita così, contro un avversario di tale portata, rafforza ulteriormente la convinzione del gruppo”.

L’IMPORTANZA DI TUTTI

“Ci sentiamo tutti coinvolti. Normale, logico e giusto che ci siano delle gerarchie in una squadra. La nostra forza è quella di ragionare in funzione del gruppo, rimanere sempre concentrati e pronti a dare un contributo importante. Stasera ne abbiamo dato dimostrazione lampante, anche gli infortuni non ci condizionano. Ci siamo, mentalmente e fisicamente”.

DUALISMO E SINTONIA

“Il ruolo del portiere è delicato. Ci giochiamo il posto io e Stefano (Greco). Ci conosciamo da anni, dai tempi in cui facevamo gli Stage con le Nazionali Giovanili. Abbiamo un rapporto, sincero, trasparente, corretto. Ci aiutiamo a vicenda e tifiamo l’uno per l’altro. Certo, è normale che entrambi vorremmo sempre essere titolari”.

Fonte: www.aurorapropatria1919.com

0 commenti: