Header

Pochi intimi, solo 208 spettatori, si sono gustati la goleada della Pro Patria. Non capita tutti i giorni, l'ultima tempo fa, gli statistici diranno quando.

La Lucchese è davvero poca cosa, rimasta con la mentalità e il livello tecnico della serie D, ma non è certamente colpa della Pro Patria che ha il merito di vincere facile una partita facile solo dopo averla resa tale.

In questi casi, la trappola è dietro l'angolo, bravi i tigrotti a non esserci cascati dentro.

Vantaggio su rigore e questa è un novità, visto che spesso i biancoblu litigano con il dischetto.

Rigore generoso per molti che fa coppia con quello inesistente della scorsa settimana, sempre secondo alcuni,  attenzione che la voce si sparge e va a finire come tutti si immaginano.

"Rigore è quando arbitro fischia" diceva Boskov, subito o un po' dopo, l'importante è che "goal è quando rigore viene segnato".

La differenza tra domenica scorsa e oggi è il risultato: Bertoni parato, Parker segnato, il resto è noia.

In goal anche Lombardoni al rientro dopo l'infortunio e Kolaj con una azione che è stata una perla. Anzi due, perchè lo stop in corsa di Pizzul che ha dato il via all'azione è da serie A e vale mezzo goal.

Insomma, non ci si è annoiati, anzi, è stato un pomeriggio davvero divertente. Peccato non esserci stati.

Intanto, la difesa rimane la migliore del girone e l'attacco si allontana dall'ultimo posto della classifica e questa è tanta roba.

Domenica "nessuno a Crema" per Pergolettese Pro Patria che si giocherà a porte chiuse.

Flavio Vergani

AURORA PRO PATRIA 1919 – LUCCHESE 1905    3 – 0   (2 – 0)

Marcatori: 18′ p.t. Rig. Parker (PPA), 27′ p.t. Lombardoni (PPA), 5′ s.t. Kolaj (PPA).

 

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Greco, 6 Gatti, 19 Lombardoni, 13 Boffelli; 21 Colombo, 20 Nicco (8′ s.t. 16 Fietta), 14 Bertoni (33′ s.t. 17 Spizzichino), 3 Galli, 15 Pizzul (18′ s.t. 25 Ferri); 11 Kolaj (18′ s.t. 10 Le Noci), 9 Parker.

A disposizione: 12 Mangano, 4 Saporetti, 5 Molinari, 7 Cottarelli, 18 Piran, 26 Dellavedova, 27 Pisan, 30 Castelli. All. Javorcic.

 

LUCCHESE 1905 (4-4-2): 1 Coletta; 5 Papini, 20 Benassi, 2 Panariello, 26 Adamoli (15′ s.t. 17 Bartolomei);  27 Scalzi (15′ s.t. 18 Convitto), 23 Meucci, 4 Cruciani (1′ s.t. 21 Bitep), 7 Nannelli; 19 Fazzi (25′ s.t. 10 Lionetti), 29 Moreo (35′ s.t. 25 Molinaro).

A disposizione: 12 Biggeri, 14 Signori, 15 Solcia, 28 De Vito. All. Monaco.

 

ARBITRO: Dario Madonia di Palermo (Lorenzo D’Ilario della Sezione di Tivoli e Giulia Tempestilli della Sezione di Roma 2. Quarto Ufficiale Marco Monaldi della Sezione di Macerata).

 

Angoli: 7 – 5. 

Recupero: 0′ p.t. – 5′ s.t.

Ammoniti: Coletta, Bitep, Adamoli, Meucci (LUC); Boffelli, Pizzul, Bertoni (PPA).

Note: Giornata fresca e nuvolosa . Terreno di gioco in ottime condizioni.

 




0 commenti: