Header

 

Pro Patria, la variante bustocca: difende bene , ma segna poco ed ecco tre reti al Piacenza. Non basta la presenza di anticorpi che la conoscono bene come Battistini e Pedone.

Vince spesso fuori casa, ma poco in casa, ed ecco la netta vittoria con il Piacenza.

Segnano poco le punte, ed ecco i goal di Latte Lath e Kolaj.

Non esiste vaccino per fermare il contagio biancoblù che, dopo aver steso la capolista Como, colpisce il Piacenza con disarmante facilità.

L’attacco dei tigrotti parla straniero con l’ivoriano Latte Lath e l’albanese Kolaj, quest’ultimo si è portato avanti in settimana in vista della possibile chiusura dei parrucchieri per la zona rossa che potrebbe colpire la regione e si presenta con un sorprendente biondo platino che spicca e contrasta il “black” del suo compagno di reparto.

I due si divertono un mondo e si credono a Gardaland, comprano qualche gettone e giocano al tiro a segno con la porta del Piacenza.

Goal del biondo, quasi gol del colored che gioca di sponda con Pedone per raddoppiare e, infine, rigore di Latte Lath  da lui stesso procurato con un dribbling da fermo da vertigine per il difensore ospite.

Poi, accademia biancoblù che controlla il risultato con grande scioltezza, tra le proteste del portiere Greco che, non impegnato per tutta  la partita, chiedeva ai compagni di reparto di mollare la presa per andare almeno a tabellino. Subito accontentato da Boffelli che concedeva un calcio di rigore agli ospiti.

Dalla postura di partenza di Palma qualcuno in tribuna prevedeva l’esito della trasformazione e mai tale profezia fu più azzeccata: fuori.

Nel finale esordio per Vaghi, un ragazzone classe 2001 di cui sentiremo parlare il prossimo anno e standing ovation all’uscito per la coppia del goal ivoriano-albanese.

Un risultato che fa passare in secondo piano l’ennesima prova negativa dell’”arbitra” Maria Sole Caputi di Livorno che, dopo la scandalosa gara arbitrata tra Pro Patria e Pro Sesto, si è ripresentata allo Speroni dando sfoggio di tutta la sua inadeguatezza ad arbitrare tra i professionisti.

Fortuna vuole che non fosse presente il pubblico e il poco presente sia stato zittito dallo speaker invitato a far presente che “frasi sessiste portano alla squalifica del campo”.

Un consiglio a questa arbitra è quello di evitare di ascoltare questi apprezzamenti dei tifosi dedicandosi ad altro la domenica, nessuno ne sentirà la mancanza.

Una vittoria in ricordo di Francesco Bonfanti, il tifosissimo di Crespi d’Adda scomparso un anno fa.

Per lui il “Comitato 100 anni di Pro” ha voluto sponsorizzare la gara odierna per dedicargli un pensiero concreto.

Francesco ha esultato da lassù e ora starà facendo festa con il “Piso”, con il “Lele” e con il “Marco” che più di altri gli sono stati amici e ancora hanno il cuore ferito dalla sua partenza per l’ultima trasferta.

 

Flavio Vergani

 

AURORA PRO PATRIA 1919 – PIACENZA CALCIO 1919     3 – 0    (2 – 0)

Marcatori: 24′ p.t. Kolaj (PPA), 28′ p.t. Latte Lath; 5′ s.t. Rig. Latte Lath (PPA).

 

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Greco, 6 Gatti, 19 Lombardoni, 13 Boffelli; 21 Colombo (41′ s.t. 31 Vaghi), 20 Nicco (41′ s.t. 25 Ferri), 14 Bertoni, 8 Brignoli (6′ s.t. 17 Spizzichino), 15 Pizzul; 11 Kolaj (24′ s.t. 10 Le Noci), 24 Latte Lath (24′ s.t. 30 Castelli).

A disposizione: 12 Mangano, 2 Compagnoni, 3 Galli, 5 Molinari, 7 Cottarelli, 16 Fietta, 26 Masetti. All. Javorcic.

 

PIACENZA CALCIO 1919 (3-5-1-1): 22 Stucchi; 36 Cannistrà (1′ s.t. 20 Lamesta), 13 Battistini, 38 Tafa; 7 Pedone, 31 Simonetti, 10 Palma, 8 Scorza (14′ s.t. 4 Miceli), 26 Gonzi (24′ s.t. 27 Breganti); 11 Cesarini (35′ s.t. 3 Renolfi); 9 Maio (24′ s.t. 25 Galazzi).

A disposizione: 12 Anane, 2 Martimbianco, 18 Suljic, 19 Saputo, 21 Babbi, 30 Visconti.

 

ARBITRO: Maria Sole Ferrieri Caputi della Sezione di Livorno (Sergiu Petrica Filip della Sezione di Torino e Mario Pinna della Sezione di Oristano. Quarto Ufficiale Matteo Gualtieri della Sezione di Asti).

 

Angoli: 3 – 4. 

Recupero: 2′ p.t. – 4′ s.t.

Ammoniti: Cannistrà, Battistini (PIA); Brignoli, Lombardoni (PPA).

Note: Giornata fresca e serena. Terreno di gioco in ottime condizioni. Gara disputata a “porte chiuse”.

0 commenti: