Header

 L'Alessandria degli ex tigrotti Mora, Bruccini, Giorno e Artico, sale in serie B, dopo il doppio turno di playoff terminato con zero reti realizzati da entrambe le squadre.

Non è bastato l'attacco bomba dei grigi e l'organico dei patavini che è un insulto alla categoria per partorire una rete.

Sono i calci di rigore che regalano la serie B all'Alessandria, squadra che ha dormito per buona parte del campionato per poi uscire dal letargo con l'arrivo di mister Longo, Bruccini e Giorno.

Per il tecnico con esperienze in serie A e protagonista della promozione in serie A con il Frosinone, riesce un'impresa che mancava da 46 anni.

Beffa per il Padova che, dopo essere arrivato primo a pari merito con il Perugia, ma con peggior differenza reti negli scontri diretti, non è riuscito ad imporsi nei playoff.

Un'amarezza senza confini, ma la vita dà e la vita toglie, per cui, se nel 2009 la dea bendata, o forse, non troppo bendata, aveva regalato al Padova una promozione del tutto inattesa, ieri è andata in scena la seconda puntata della stessa storia, stavolta con un finale diverso.

Alla fine il girone A, definito da molti "il più debole dei tre di serie C", si impone sugli altri mandando in serie B ben due squadre sulle quattro promosse.

Complimenti all'Alessandria e complimenti agli ex tigrotti.

Flavio Vergani 

0 commenti: