Header

  

Nei giorni che dovrebbero risultare i più infuocati del mercato, si eleva la voce dei tifosi che iniziano ad avere le prime idee su come potrebbe apparire la stagione della Pro, in virtù soprattutto dei nuovi arrivi. I tifosi ci hanno inoltrato i loro pareri sulle scelte operate dalla squadra.

Nessuno o pochi di noi sono davvero degli esperti in questo campo, ma nonostante tutto chi ama i tigrotti, ha comunque provato a dare una sua interpretazione su chi o cosa manchi ancora alla squadra di Patrizia Testa.

 

Il Primo è Massimo Tornese, Osservatore Roi, collaboratore esterno della Pro e autore dell’inno dei tigrotti.

 

Come ogni anno c'è stata qualche perdita importante ma comunque sono stati fatti degli innesti mirati che spero si dimostreranno all'altezza.

Manca forse una punta, ma soprattutto recuperare gli infortunati.

La squadra resta una buona squadra ma per ora sulla carta, credo sarà molto difficile fare meglio dell'anno scorso, ma non credo sia neanche il primo obiettivo.

 

Il secondo è il nostro amico, Mauro De Bernardi, tifoso e sempre attivo e presente all’interno del PPC.

 

In questo momento il mercato della Pro è  ancora incompleto

Delle caselle vanno riempite (vedi portiere)

Mi preoccupa la difesa  non sapendo il reale recupero di Lombardoni e una punta di esperienza.

Questo campionato  così come e stato disegnato ha tante squadre di spessore ,spero di essere sorpreso in positivo da questi ragazzi.

 

Il terzo è il presidente del club Tigrotto Simone Lamperti, sempre presene sugli spalti.

 

Ciao Simone, Secondo me il direttore ha lavorato benissimo come sempre, ha prelevato dei giocatori di prospettiva di cui sicuramente sentiremo parlare in futuro.

Direi che a centrocampo con le conferme di Bertoni e Fietta siamo a posto cosi come in difesa. in attacco manca una punta d'esperienza ma sono sicuro che come sempre Turotti sceglierà l'uomo giusto, cosi come per il portiere da affiancare a Mangano

 

Il quarto è Andrea Fazzari, direttore del museo e  supporter liaison officier della Pro Patria.

 

I giocatori acquistati o arrivati in prestito dalla Pro Patria stimolano sicuramente la fantasia del tifoso; infatti andando a fare delle ricerche su internet le recensioni assolutamente positive

Questo sta a significare sia della considerazione di cui gode la Pro Patria sia della competenza del nostro direttore sportivo

 

 

I quinti sono Renzo e Daniele De Grandis, tifosissimi bianco blu sempre presenti nel settore distinti dello Speroni

 

Ciao Simone, siccome io non sto seguendo il mercato della PRO, però ho il mio aiutante DANIELE che mi consiglia e mi dice: “mancherebbe un portiere così da affiancare a Mangano, ed è contento dell’acquisto di Pierozzi e Vezzoni, poi siamo super entrambi contenti del nostro super attaccante Banfi rientrato dalla Caronnese e dell’innesto di Stanzani. Però mancherebbe un sostituto di Kolaj.

 

Per ultimo ma non di certo per ordine di importanza, Andrea Macchi, uno dei conduttori di Biancoblu su Rete55 nonché redattore del giornale Tigrottino.

 

Mercato in puro stile Turottiano per la Pro Patria che, a ritiro quasi terminato, ha in sostanza già completato un roster di tutto rispetto.

Due le caselle da riempire tassativamente, forse tre con ciliegina finale, per una rosa che punta senza mezzi termini ad una salvezza tranquilla con un occhio al campo ed uno al bilancio, conditio sine qua non per evitare destini molto simili alle società che ci

circondano: ultima vittima il Novara grandi firme.

Contratto rinnovato fino al 2023 a Mangano (Giulio, ultima chiamata) che sarà affiancato da un portiere molto under. Difesa quasi scontata con Molinari in rampa di lancio a sostituire Gatti, Fietta a fare le veci del lungodegente Lombardoni e la garanzia Boffelli sul centro sinistra. Attenzione comunque al neo acquisto Sportelli, vero corazziere pronto a ricalcare le orme di Gatti, e alla certezza Saporetti.

Fasce finalmente coperte con i due under da urlo Vezzoni, argentino dall'Inter, e Pierozzi sulla sinistra dalla Fiorentina, coperti comunque da Vaghi (arrivato a Gennaio) a destra e Pizzul a sinistra.

In mezzo un trittico da alta classifica con Nicco, Bertoni e Brignoli a contendere la maglia al rientrante Ghioldi (altro acquisto rispetto all'anno scorso dove si infortunò il 30 settembre).

Stagione decisiva per Galli (esterno o mezzala?) e per la definitiva esplosione di Ferri (classe 2002) chiamato a sostituire un top player come Nicco all'occorrenza.

E davanti? Confermato bomber Parker, riscattato a titolo definitivo Castelli (contratto pluriennale per un giocatore che ha fatto intravedere buone qualità), rientrato il duttile Banfi dalla Caronnese (doppia cifra e tanta sostanza). Curiosità per l'under Stanzani, seconda punta fantasiosa che lo scorso campionato ci fece letteralmente ammattire al ritorno, e soprattutto per l'over che andrà a completare l'organico. Sarà un giocatore simile a Le Noci? O un centravanti? Verrebbe da dire più la prima.

 

 

 

Attendiamo altri vostri commenti, magari dopo la prima partita della squadra. (inviateceli sui canali social associati al PPC)

Quando vedrete la Pro dal vivo, se non lo sapete ve lo diciamo noi: domani ore 18 allo Speroni va in scena Pro Patria Alessandria, amichevole di lusso contornata da tanti ex tigrotti che adesso indossano la casacca piemontese

Tra essi lo storico Francesco Giorno e il bomber Kolaj.

 

Simone Merlotti

0 commenti: