Header





 Le restrizioni che il Covid impone un po' in tutte le situazioni,  ha fatto tornare indietro la mente dei tifosi più senior, tra i quali il mitico Giorgio Giacomelli che non lo ha fatto subito notare.

Durante il match Pro Patria AlbinoLeffe lo speaker Andrea Scalvi ha comunicato che per i tifosi si sarebbe reso disponibile un "carrello bevande", in sostituzione del solito ristoro al bar, chiuso per i motivi di cui sopra.

L'annuncio dato nell'intervallo della gara non ha subito catturato l'attenzione dei tifosi della tribuna e neppure quelli dei distinti coperti, dove ci dicono l'audio dello speaker è praticamente incomprensibile, ormai da tempo.

Dopo una manciata di minuti dall'inizio del secondo tempo, uno sferragliamento di un carrello da supermercato ha destato l'attenzione dei presenti. Si, era tutto vero, il carrello con l'acqua fresca si è materializzato, per la gioia di qualche assetato tifoso, che non ha perso l'occasione per dissetarsi.

La mente dei più anziani è rimbalzata a ritroso nel tempo in un flash back che ha riportato alla memoria il mitico "Gioiggi".

Lui, con la sua giacca bianca intonsa e la cesta delle bevande al collo, girava incessantemente nei popolari scoperti per la gioia degli assetati e la maledizione di chi gli stava dietro mentre forniva la bevanda o dava il resto al cliente, impedendo di vedere un goal al tifoso "impallato".

Altri tempi, che sembrava non dovessero più tornare e che invece sono tornati.

Da lassù, Gioggi avrà sorriso per l'assortimento scarso del carrello rispetto alla sua molteplice offerta e del fatto che lui andava dal cliente e non il cliente al pozzo.

Ci piace ricordarlo così, perchè ha fatto parte della gioventù di molti di noi che lo cercavano e lo desideravano con la gola arsa dalla passione per un calcio che non c'è più.

Gioiggi, non abbiamo la foto per ricordarti, ma se qualcuno l'avesse, te la pubblicheremo volentieri per darti una carezza e ringraziarti per quello che sei stato.

Flavio Vergani

0 commenti: