Header

La Pro Patria saluta la Tim cup con la manina, anzi con la “manita” che lo Spezia le rifila senza troppe attenzioni al fair play.
Alla vigilia, a parte pochissimi inguaribili ottimisti, la tifoseria era conscia delle difficoltà insite nella partita per cui non sorprende la sconfitta, ma la sua dimensione. Perdere per cinque a zero non è mai bello e non era certamente nelle aspettative. Mister Javorcic a fine gara ha speso parole positive per i suoi ragazzi incolpandoli solo per il quinto  goal subito, ma probabilmente ha voluto imcidere sul piano strettamente motivazionale per far nascere da un problema un’opportunità.  Diversamente non si comprenderebbe come si possa ritenere positiva una gara terminata con cinque goal subiti. Archiviata la Tim cup gli occhi sono puntati sul campionato e sul mercato che dovrebbe completare l’organico tigrotto con un difensore centrale e un attaccante.
Flavio Vergani

La Pro Patria vince per uno a zero l’amichevole odierna con la Varesina dell’ex Marco Taino. Risolve Galli con  una magica punizione.
In campo a inizio partita :
ANGELINA
MARCONE
BATTISTINI
MOLNAR
PALESI
BRIGNOLI
PARKER
GALLI
FIETTA
COTTARELLI
GHIOLDI

PANCHINA:
CONSIGLIO
PEDONE
BOFFELLI
BARONIO
BERTONI
SPIZZICHINO
DEFENDI
LOMBARDONI
COLOMBO
MOLINARI
FERRI

Aurora Pro Patria 1919 rettifica il comunicato di ieri sui giorni di chiusura della Campagna Abbonamenti informando tutti i tifosi biancoblu che gli sportelli saranno chiusi dal 13 al 18 agosto compresi.
Sarà possibile nuovamente sottoscrivere l’abbonamento a partire dalle 16.30 di lunedì 19 agosto presso i botteghini dello Stadio “Speroni” di Busto Arsizio e nel punto vendita Bar Savoia (SOLO PER I POSSESSORI DI SUPPORTER CARD) di Via XXII Marzo 2, Busto Arsizio.
Nei giorni 8, 9 e 12 agosto i botteghini dello Stadio saranno regolarmente aperti dalle 16.30 alle 18.30.
Il giorno 10 agosto sarà possibile abbonarsi dalle 10.30 alle 12.30.

La redazione di "Bustocco.it" da sempre è un esempio di precisione e attenzione verso il mondo tigrotto.
Un lavoro che ci ha sempre sorpresi per la cura del dettaglio e il costante aggiornamento è relativo agli ex tigrotti. Cosa fanno ora? Con chi giocano o allenano? Non semplice seguire il loro percorso, soprattutto quando scelgono squadre straniere o dilettantistiche . Difficile per tutti tranne per i ragazzi di Bustocco.it il cui radar arriva dove nessun'altro riesce. Complimenti a loro e siamo sicuri che anche i lettori applaudiranno dopo aver scorso la lista.
DOVE SONO GLI EX TIGROTTI
Flavio Vergani
SERIE A
Walter Sabatini, coordinatore delle aree tecniche del Bologna e del Montreal Impact.
Angelo Carbone, responsabile del settore giovanile del Milan, ha affidato l'Under 18 a Christian Terni. Stefano Romano collaboratore tecnico di Eusebio Di Francesco alla Sampdoria.
Paolo Annoni, allenatore dell'Under 15 dell'Inter.
SERIE B
Al Cittadella, Amedeo Benedetti, raggiunto da Christian Mora. Nicholas Siega al Pisa. Andreoni e Ardemagni all'Ascoli. Luca Mora allo Spezia. Perilli e De Agostini (Pordenone), Bruccini (Cosenza).
Gianluca Temelin (Cremonese all. Under 17)
SERIE C
Marco Zaffaroni (all. Albinoleffe), Luca Salvalaggio (vice-all. Sicula Leonzio). Aldo Monza, vice-allenatore del Sud Tirol con Daniele Casiraghi a centrocampo, Alberto Colombo, allenatore dell'Arzignano con Riccardo Barzaghi sulla fascia. Luca Righi preparatore dei portieri al Monza. Rodolfo Vanoli (all. Bisceglie).
Panizzi (Alessandria, con Fabio Artico ds), Mattia Mauri (FeralpiSalò), Guglielmotti e Possenti (Renate). Luca Zanotti (Como), Capogna e Migliorini (Lecco), Bortoluz (Pergolettese), Giovanni Zaro (Modena), Alessandro Spanò (Reggiana), Roberto Candido (Rimini), Niccolò Gucci (Pistoiese), Alain Baclet (Virtus Francavilla), Giorno (Monopoli con Dario Scuderi in prova), Mignanelli, Pacilli e Palermo (Viterbese), Giannone (Catanzaro)
Vanni Pessotto team manager della Pistoiese. Cristian Boscolo (all. Berretti del Como)
SERIE D
Bonfanti a Marra (Arconatese), Matteo Serafini (all. Calvina), Tommaso Chiecchi (all. Ambrosiana), Marco Tosi esonerato dal Real Forte Querceta, prima ancora di iniziare la stagione.
Bonfanti e Marra (Arconatese), Jacopo Mozzanica (Ciliverghe), Alessandro Cannataro (inizialmente al Levico Terme è passato al Fenegrò, presente in diversi reality show), Ersid Pllumbaj (Crema), Garbini (Delta Porto Tolle), Giacomo Pettarin (Trento), Alessandro Comi (Belluno), Gazo (Seregno), Giacomo Zappacosta e Dino Marino (Brindisi), Michele Siano (Gelbison), Gianluca Sampietro (Acr Messina). E' durata un paio di mesi l'esperienza di Maraucci a Malta all'Hamrun Spartans, ora è al Gladiator nel girone campano. Mario Santana al Palermo, Riccardo Di Bari ds del Foggia.
Matteo Andreoletti (all. Inveruno), Raffaele Ferrara (ds Caronnese)
ECCELLENZA
Daniele Corti (80- Ardor Lazzate), Dino Fava (1977 - Afragolese), Marco Taino (Varesina), Giampaolo Calzi (85 - Vergiatese), Andrea Botturi (Sancolombano).
Al Busto 81, allenatore portieri: Giorgio Nasuelli.
E' durata poco meno di 48 ore l'esperienza di Roberto Bonazzi sulla panchina dell'Ardor Lazzate, esonerato dopo la firma, perchè contattato dal Brusaporto neo promosso in Serie D, attualmente senza squadra.
Marco Ghidoli (Sedriano) in Promozione
ESTERO
Paolo Tramezzani all. dell'Hapoel Cipro.
Giovanni Cusatis allenatore in seconda all'Itthiad Kalba, formazione della massima serie degli Emirati Arabi.

Mario Santana torna al Palermo militante in serie D. Il suo sogno di chiudere la carriera da dove iniziò si realizza.
Nelle immagini l'arrivo a Palermo di "Marito"al quale va il nostro in boca al lupo.

Domenica scorsa più di uno ha rampognato per le code ai botteghini. Ci sono due modi per evitare di cuocere sotto il sole:
1) acquistare il biglietto in prevendita ( al costa no dapù)
2)Abbonarsi ( opzione consigliata per il campionato)

Quando? Nei giorni 7-8-9 agosto dalle 16,30 alle 18,30.
Poi, stop alla vendita delle tessere fino al 20 Agosto quando sempre nello stesso orario si potrà acquistare l'abbonamento.
Se avete in tasca la supporter card potrete andare anche al Bar Savoia ( in questi giorni chiuso per ferie).
L'abbonamento, oltre che permettere di saltare le code, consente di vedere la partita a 8,8 euro seduti su una poltroncina e al coperto. Cosa chiedere di più?
Flavio Vergani

I numeri dei tigrotti
Paolo Tornaghi 1, Alessio Marcone 2,  Andrea Boffelli 3, Matteo Battistini 4, Ivo Molnar 5, Luca Palesi  6, Alex Pedone  7, Tommaso Brignoli 8, Ferdinando Mastroianni 9, Giuseppe Le Noci 10, Sean Parker 11, Giulio Mangano 12, Luca Bertoni – 14, Leonardo Galli 15, Giovanni Fietta 16, Giorgio Spizzichino 17, Edoardo Defendi 18, Manuel Lombardoni 19, Niccolò Cottarelli 20, Riccardo Colombo  21, Matteo Angelina 22, Filippo Ghioldi 23, Stefano Molinari 24, Davide Ferri 25.
Ecco i numeri dei nostri giocatori che affronteranno il campionato di serie C 2019-2020.  Rispettato anche questa volta la serie progressiva dall’uno al venticinque. Nessun caso strano di numero tipo 80, 90, 99 ecc. come si usa spesso nelle serie superiori alla nostra. Le Noci rispetta il suo 10, così come fa Colombo con il 21. Idem per tanti tigrotti, come Molnar, con il 5 e i tutti i nostri portieri. (1-12 e 22). Il 19 di Zaro finisce a Cottarelli. Il 9 di Gucci è ora di Mastroianni e L’11 di capitan Santana è finito sulle spalle del giovane Parker. Pedone invece passa dal 24 al 7.
I prossimi acquisti se mai ci saranno, avranno presumibilmente il 26, 27 ecc. se verranno rispettati i criteri sopracitati di assegnazione.
Simone Merlotti.

Ci sono giocatori che girano il mondo e indossano parecchie maglie, molte delle quali restano per essi, indimenticabili. Mario Santana ha nel cuore quella rosa-nero del Palermo. Lo ha dichiarato tempo fa in varie interviste, sviscerando il desiderio di poterla vestire un’ultima volta prima del ritiro. La nuova dirigenza palermitana potrebbe esaudire il suo desiderio acquistandolo a parametro zero e dandogli questa incredibile possibilità. Il Palermo che è “sceso” in serie D, starebbe cercando un attaccante di esperienza da affiancare ad altri più giovani già in rosa. Oltre al nostro Mario, si parla dell’”airone” Caracciolo, per il ruolo di prima punta. Tra suggestioni e certezze si prospettano ore calde per il futuro del nostro ex capitano. Santana che a Palermo ha casa ed amici sarebbe pronto per una prova pratica sul campo della sua capacità di gioco. All’anagrafe le 38 candeline spente dicono che sarebbe meglio fermarsi, il suo cuore invece dice di proseguire. Non è per soldi o altro, ma per amore e riconoscenza verso la squadra che lo ha lanciato e lo ha aiutato a crescere. Queste le parole di “marito”a vari giornalisti del web. Noi del PPclub abbiamo, alcune settimane fa, citato questo scenario di passaggio al Palermo, soprattutto grazie a fonti interne che hanno visto Mario Santana cercare la via del ritorno in rosa-nero, quasi subito dopo la scissione con la Pro Patria. Azzeccato o no, la nostra supposizione adesso avrebbe basi solide. Via da Busto per la Sicilia? Se fosse così l’addio di Mario alla pro sarebbe più sensato. Sperando di vederlo presto in campo salutiamo il nostro ex capitano augurandogli che il Palermo gli dia una possibilità e gli affidi una maglia per la prossima stagione.
Simone Merlotti

Seicentocinque spettatori hanno assistito alla "prima"della Pro Patria impegnata allo Speroni per il turno iniziale id Coppa Italia. A inizio gara due erano i ritornelli intonati dai tifosi.
Il primo "manca la punta"non faceva rima con il secondo"non ho ancora visto nessuna partita".
Per la serie Defendi chi se lo fila. Mister Javorcic getta sale sulla ferita e mette in campo il giovane Parker e Le Noci e i tifosi sembrano rassicurati sulle loro opinioni.
Ma, come orami accade regolarmente da qualche stagione, chi gode di poca stima ci mette poco a riconquistarla ed ecco che Defendi entra nel secondo tempo e la mette subito dentro risultando determinante per la vittoria finale.
Il resto? Gallina vecchia fa buon brodo e Javorcic decide di presentare tra l'undici titolare la sola novità Spizzichino, apparso in difficoltà nei nuovi schemi, ma ci sta.
Scampolo di partita per Palesi, mentre il resto è storia vecchia.
La presenza del quarto uomo ha fatto il suo effetto, solo scenico però, visto che la quaterna arbitrale non ha certamente brillato, seppur la divisa rosso fiammante abbia dato un tocco di professionismo per qualcuno di loro ancora da conquistare.
Il Matelica, intraprendente squadra di serie D, ha fatto la sua belle partita e solo un super Tornaghi ha mantenuto inviolata la porta dopo il vantaggio tigrotto con un paio di parate delle sue.
 Pro Patria rimasta in dieci per l'espulsione di Colombo caduto nella seconda ammonizione per fermare una ripartenza avversaria.
L'età del capitano, la giornata calda, la preparazione sommaria, il fatto che fosse già stato ammonito, erano elementi che forse avrebbero consigliato di sostituirlo prima, evitando un finale in inferiorità numerica. Espulsione che ha sacrificato il bravo Defendi che appena entrato ha dovuto riprendere la via degli spogliatoi.
Sugli spalti Giovanni Zaro che fa sapere di trovarsi bene in quel di Modena e che è felice del fatto che quasi tutta la tifoseria abbia compreso le origine della sua scelta motivata solo ed unicamente dalla voglia di misurare il suo valore lontano dall'area di comfort che finora lo aveva protetto.
Tornando a bomba alla partita meritano la citazione speciale Tornaghi per le super parate a fine gara, Galli per una partita di grande intelligenza tattica e di corsa, Boffelli che si candida a diventare un leader della difesa, Defendi per aver rotto il ghiaccio appena entrato ed essersi dimostrato centravanti alla "Lunini".
Da rivedere Molnar, Bertoni e Spizzichino apparsi tra il lento e l'impreciso.
Prossimo turno con lo Spezia in trasferta, poi in caso di vittoria il Sassuolo e poi il sogno Napoli con gara di andata e ritorno.
Sognare non costa niente, per cui...sognamo.
Flavio Vergani

Dopo aver creduto nel Pro Patria Club con la sponsorizzazione della Festa della Birra, Ceriani Auto diventa main sponsor del "Tigrottino" con un'attenzione che ci riempie d'orgoglio. 

Ma non finisce qui, Ceriani Auto vuole premiare tutti i tifosi della Pro Patria che sottoscriveranno la tessera del Pro Patria Club con un doppio regalo: sconto esclusivo sull'acquisto di un'auto e sconto incredibile sui tagliandi di manutenzione della vostra auto.
 Basterà mostrare la tessera del club per accedere a questi specialissimi vantaggi riservati ai soci. Ringraziamo il gruppo Ceriani per l'attenzione e la sensibilità dimostrati verso il mondo biancoblu.
Grazie a Danilo Castiglioni che ha coltivato il contatto condividendo con Ceriani la bellezza di essere parte del mondo tigrotto da protagonista.

CERIANI AUTO LO TROVATE A:
BUSTO ARSIZIO VIA PIRANDELLO 14
LEGNANO VIA SARONNESE 143
PARABIAGO VIA SPARGLAIRDI 2

Direttivo Pro Patria Club

Finalmente si riparte! Oggi alle 18,30 primo turno di Tim Cup con i tigrotti che battezzano il rinnovato "Speroni"incontrando il Matelica.
Un'occasione per vedere i volti nuovi dei tigrotti, ritrovare i protagonisti della bella cavalcata dello scorso anno e dare un occhio anche ai giovani del vivaio di ritorno dopo le esperienze in stage in altre società. Occhi puntati sul giovanissimo difensore centrale Molinari che sta impressionando l'ambiente per la sua crescita avuta dopo il prestito in serie D.
Amici biancoblu ci aspetta una stagione davvero affascinante in un girone che finalmente torna ad avere un profilo più di buonsenso quanto a composizione che permetterà di goderci sfide classiche come quelle con il Como, il Lecco, il Monza che daranno pepe alle nostre domeniche.
Per cui, niente scuse, affolliamo lo Speroni, adottiamo la nostra poltroncina e godiamoci lo spettacolo della nostra Pro Patria.
Pro Patria da sempre e per sempre lo spettacolo più bello del week end.
Flavio Vergani


E'proprio il tempo di tesserarsi al Pro Patria Club visto che lo splendido regalo scelto dal direttivo per festeggiare i 50 anni del club è davvero speciale.
Parlavamo di tempo ed ecco due splendidi orologi celebrativi dei cinquantesimo pronti per i tesserati.
Per l'abbonamento Silver al costo di 20 euro si avrà in regalo il modello basic in tonalità bianca o blu con cassa serigrafata sul retro con il ricordo dei 50 anni, mentre per il tesseramento Gold al costo di 50 euro ecco l'orologio in versione Premium con cassa anteriore finemente serigrafata con il logo del club ricordante i 50 anni.
Nel caso si volesse qualcosa di diverso nessun problema, con la tessera da 20 euro si potrà scegliere una bellissima polo, un cuscino o una sciarpa celebrativa dei 50 anni.
Se ancora l'alternativa non dovesse essere soddisfacente si potrà richiedere la tessera Bronze che al costo di 30 euro garantirà un omaggio davvero esclusivo: una felpa brandizzata con il logo del club e un cappellino.
Non finisce qui, in sede troverete le nuove collezioni di gadgets come tazza colazione brandizzata, penne, portapenne, borse e borselli per colorare la vostra quotidianità con i colori della Pro Patria.
Non aspettate, tesseratevi al Pro Patria Club.

Flavio Vergani















La novità che domani i tifosi troveranno allo "Speroni"sarà costituita dalla presenza delle poltronice numerate in tutti i settori dello stadio. Comodità a parte, le poltroncine offrono la possibilità di acquistare in abbonamento il proprio posto, riservandoselo per l'intera stagione.
Basterà scegliere fila e posto e si avrà la certezza di vedere la partita sempre dallo stesso punto di osservazione.
Qualcuno già lo faceva recentemente con mezzi abbastanza artigianali tipo segnando in matita sull'abbonamento il numero del proprio posto per avere in mano "la prova provata" nel caso qualche spettatore si fosse seduto sulla poltroncina storicamente occupata, mentre adesso si potrà adottare ufficialmente la poltroncina stessa e magari tramandarsela di padre in figlio. Un' idea potrebbe essere quella di vendere il posto in abbonamento decennale pagato in anticipo, un po' come si faceva nelle chiese quando di poteva apporre la targhetta con il nome della propria famiglia sulla panca, in modo fa lasciare ai posteri la seduta dell'avo.
Danilo Castiglioni ha già prenotato il suo posto in prima fila e racconta che come lui lo hanno fatto Andrea Gambertoglio e Giancarlo Bacchi che avranno posti fissi per tutta la stagione in tribuna laterale.
Anche Giordano Macchi ha monopolizzato una area di poltroncine poste nella posizione storica dalla quale il gruppo segue la gara per non avere intrusi indesiderati o sbadati tifosi dell'ultima ora poco rispettosi della fedeltà altrui.
Per cui, chi volesse il proprio posto assicurato non perda tempo e corra a sottoscrivere l'abbonamento.
Flavio Vergani

Colpaccio di Isabella Tovaglieri, vicesindaco di Busto, che ha incrociato il ministro dell'interno Matteo Salvini sulla spiaggia di Milano Marittima.

Foto da collezione con il telo mare firmato Pro Patria Club e video postato sui social con il ministro che confessa di aver sempre tifato Pro Patria dopo il Milan.

Flavio Vergani


L'esordio dei tigrotti allo Speroni avverrà domani alle 18,30 contro il Matelica nel primo turno della Coppa Italia.
Stadio che si presenterà con il vestito della festa: nuove poltroncine numerate e fari rinforzati hanno cambiato il look del tempio del calcio bustocco.
Una "prima" che merita di essere vista e partecipata anche se costringerà i tifosi fedelissimi dei distinti coperti ad emigrare verso altri settori dello stadio per la decisione della società di non aprire quel settore.
Decisione che non ha certamente fatto felici i tifosi che da sempre siedono sui gradoni degli ex popolari costretti a vedere la partita dalla curva scoperta, oppure dalla tribuna con un "entry level cost"non così a buon mercato: 15 euro.
Cosa sceglieranno? Ad occhio e croce la maggioranza preferirà la curva, come conferma Giannino Gallazzi, veterano dei tifosi bustocchi:"Andrò in curva, probabilmente ci sarà un' ora di sole da sopportare ma i ragazzi degli ultrà non ci faranno mancare l'acqua. Non condivido la scelta della società che probabilmente per risparmiare qualche euro degli stewards costringe i tifosi a vedere la partita dalla curva. La tribuna non la prendo nemmeno in considerazione perché 15 euro si spendono per partite con il Legnano o il Varese, non con il Matelica. Avrei fatto un prezzo fisso per tutto lo stadio a 12 euro".
Anche il vice presidente del club Giovanni Pellegatta è in sintonia con Giannino:"Vedrò la partita dalla curva, 15 euro per una gara del genere è un'assurdità. E' il 5 agosto, la gente è in ferie, si gioca in un orario scomodo e in più si devono pagare 15 euro? No, non ci sto, 7 euro vanno più che bene.
Danilo Castiglioni è un affezionato della tribuna per cui sarà al solito posto di combattimento anche se non felicissimo dell'orario di inizio del match:"Trattasi di una gara con rischio tempi supplementari e calci di rigore, in questo caso vorrebbe dire uscire dallo stadio alle 21,30. Avrei preferito giocare alle 20,30 in modo da dedicare tutta la serata all'evento senza nessun problema".
Chi ha torto e chi ha ragione? Come sempre sentiamo il parere del "saggio"Giordano Macchi che sempre, da buon agente immobiliare, sa mediare le diverse posizioni. Questa volta però si sottrae al commento e con una forte dose di diplomazia dribbla l'argomento:"Non so se verrò, devo decidere, vediamo, deciderò all'ultimo". Sotto la smorfia che appare sul suo viso non è difficile capire che sfrattarlo dalla sua piastrella di sempre è stato un colpo difficile da assorbire.
Flavio Vergani



Aurora Pro Patria 1919 comunica le prossime due partite amichevoli della Prima Squadra:

GIOVEDI’ 1 AGOSTO
ORE 17.30
STADIO COMUNALE “CARLO PEDROLI” DI VERBANIA
VERBANIA – PRO PATRIA

GIOVEDI’ 8 AGOSTO
ORE 17.30
CENTRO SPORTIVO DI VEDANO OLONA (VA)
VARESINA – PRO PATRIA





La Pro Patria gioca d'anticipo e oggi alle 16,30 ha aperto la campagna abbonamenti per la stagione 2019/2020.
Sarà possibile sottoscrivere la tessera da Lunedi a Venerdi dalle ore 16,30 alle 18,30 e il Sabato dalle 10. 00 alle 12.00.
Sotto riportiamo la tabella dei costi aggiungendo a quanto scritto che i prezzi sono riferiti a 17 partite, per cui due gare sono escluse e dovranno essere pagate a parte.





La gara  di coppa Italia tra la Pro Patria e il Matelica verrà disputata Domenica prossima alle 18,30 nel rinnovato stadio Carlo Speroni.
Preparate una cena fredda in caso di tempi supplementari ed eventuali calci di rigori così a casa nessuno reclamerà per l'orario di rientro.
Per quanto riguarda l'acquisto dei biglietti il sempre puntuale Nicolò Ramella ci ha inviato quel che serve per togliere ogni dubbio.
Mettetevi comodi e leggete con calma 
La prevendita aprirà ufficialmente alle ore 10 di mercoledì 31 luglio presso i punti vendita VIVATICKET:

Sarà possibile acquistare i biglietti presso i botteghini dello Stadio “C. Speroni” di Busto Arsizio venerdì 2 agosto,  dalle 17.30 alle 19.30, sabato 3 agosto, dalle 10.00 alle 12.00 e il giorno della gara, domenica 4 agosto, dalle 10.00 alle 12.00 e a partire dalle 16.30.


PREZZI BIGLIETTI
Tribuna Top: 35 euro (unico).
Tribuna Centrale: Intero: 30 euro – Ridotto: 25 euro.
Tribuna Laterale: 15 euro (unico)
Popolari Locali (Scoperti): 7 euro (unico)
Settore Ospiti: 7 euro (unico)

*Biglietto ridotto: Donne, Over 65, Under 20.  

I tagliandi per il SETTORE OSPITI potranno essere acquistati FINO ALLE ORE 19:00 DI SABATO 3 AGOSTO (non il giorno della Gara). 

La tifoseria ospite potrà acquistare i tagliandi, al costo di euro 7 + i diritti di prevendita, online e presso i punti vendita VIVATICKET.

Se Maometto non va alla montagna...nell'ottica di rendere sempre più comodo e sempre meno giustificabile il fatto di non abbonarsi alla Pro Patria ecco una nuova modalità offerta ai tifosi già in possesso della supporter card (ex tessera del tifoso) per acquistare l'abbonamento.
Non più solo allo stadio ma anche presentandosi al Bar Savoia di via XXII Marzo a Busto Arsizio, per info telefonare a 0331 320237.


Il termine del ritiro di Sondalo riporta i tigrotti in quel di Busto e apre di fatto la nuova stagione.
Un passo verso la normalità dopo un anno denso di straordinarietà.
Straordinario è stato il campionato dei tigrotti con il raggiungimento dei play off, straordinari sono stati i festeggiamenti per i 100 anni e straordinaria è stata l’attenzione della città verso i colori biancoblù con una visibilità e una considerazione alle quali nessuno era abituato.
La Pro Patria è stata protagonista nelle librerie, nei teatri, al cinema e nelle vetrine cittadine che si sono colorate di biancoblù per festeggiare degnamente la  sua storia.
Storia che è stata ampiamente ripercorsa tramite la narrazione dell’associazione “100 anni di Pro” con 100 selezionati personaggi biancoblù che ci hanno fatto viaggiare nella storia del club raccontandola nel libro.
Altri cento personaggi hanno preferito viaggiare nella storia in “business class” acquistando il diritto al ricordo perpetuo nella “hall of fame” bustocca con un investimento davvero contenuto (50 euro) se paragonato al beneficio offerto. Visti i risultati si poteva forse puntare alla cifra tonda che rimanesse a tema con la celebrazione, ossia un euro per anno di storia.
La società dal canto suo ha proposto una serie di celebrazioni per dare lustro al secolo della sua storia accendendo i riflettori su personaggi meritevoli di attenzione.
E tutti gli altri?
Fortunatamente la Pro Patria non ha e non è composta solo dai 200 tifosi celebrati dal libro o imbarcati in business class e nemmeno dai soli invitati a salire sul palco per ricevere la gratificazione di un applauso. 
Ognuno di noi potrebbe aggiungere diversi nomi di amici e parenti, o semplicemente aggiungere sé stesso, alla lista con la certezza di non rubare il posto a nessuno.
In poche parole: tutti avrebbero sicuramente meritato di essere annoverati almeno tra i cento imbarcati in economy class e il fatto di non averlo potuto fare (al netto dai capricci di qualcuno amante degli aut aut) è stato solo per un fattore contingente, ossia chiaro overbooking rispetto ai posti disponibili sull'aereo che è volato nella storia dei tigrotti.
Per cui, non si cada nella tentazione di fare classifiche, segmentare la tifoseria o peggio ancora sentirsi uno migliore dell’altro di altri, di avere titoli più di altri, di contare di più degli altri.
Spente le luci sul centenario, spogliate le vetrine dai colori biancoblù, riposti i libri sugli scaffali e i “back roll” nella galleria della storia di deve ripartire dal presente per costruire il futuro.
Il segreto sarà farlo insieme.
Si fatica sempre di più a camminare insieme in questo mondo che mette al centro l’io virale e magafonico. L’uno che vale uno sta mettendo in crisi il valore dell’addizione.  
Serve evitare di credere solo alla moltiplicazione dell’io medesimo, un rischio che va attentamente valutato per evitare che parti dell’insieme possano illudersi di bastarsi da soli.
Non si crea l’unità per contratto o per ricetta, ma solo se lo si declina dentro un futuro comune da costruire insieme.
Una qualsiasi squadra è composta da giocatori che fuori dal campo possono essere simpatici o antipatici, silenziosi o chiacchieroni, giovani e meno giovani, ma in campo ci sono solo ruoli da interpretare al meglio con l’obiettivo comune: vincere insieme la stessa partita.
Fuori dal campo la diversità non deve costituire un problema, mentre in campo deve essere un’opportunità, un valore, un pregio.
Spente le cento candeline della torta la Pro Patria ripartirà sicuramente dai suoi quattrocento abbonati, forse da qualche new entry, difficilmente da chi popolava le prime file dei teatri, le prima pagine dei giornali, le vetrine delle vie centrali.
Si ripartirà dai soliti, molti dei quali pur non avendo avuto la vetrina (in tutti i sensi) sono pronti con la sciarpa al collo e l’abbonamento in mano a sostenere la Pro Patria.
E qui sta il segreto, sostenere la Pro Patria, non altro, non altri, non altre.
La straordinarietà del nuovo Carlo Speroni sposa la straordinarietà di questi tifosi che simbolicamente troveranno fin da domenica prossima il loro posto assegnato.
Non  assegnato da un numero scritto sul biglietto, ma riservato a ciascuno di loro dalla storia  che ha voluto premiarli  proprio nell’anno del Centenario regalandogli non la solita “piastrella” sulla quale hanno speso la loro vita per seguire i tigrotti, ma ben di più: un comodo posto su una poltrona da business class. 
Perché non sempre la business occorre pagarla per poterla frequentare. Basta meritarsela e loro se la sono meritata.
Per i veri “frequent fleyers” della Pro Patria c’è sempre un posto in prima fila e sempre ci sarà il ricordo perpetuo anche senza obbligatoriamente pagare il check in.
Flavio Vergani


Nella serata odierna sono stati sorteggiati i calendari della Serie C che quest’anno è strutturata in tre gironi che segmentato l’Italia in tre macroregioni: nord, centro e sud. Nella prima giornata che si giocherà il  25 Agosto la Pro Patria giocherà contro il Monza in casa , seconda giornata contro l’Albinoleffe, mentre la terza si giocherà a Busto con la Pergolettese. Quarta in trasferta con JuventusU23.
Flavio Vergani


Ribaltoni a parte ( e qui il rischio è sempre alto), il presidente della Lega Pro  Ghirelli ha garantito che nel prossimo campionato si giocherà con partite spalmate in tre giorni e a orari fissi.
Ci sarà il sabato sera un anticipo per girone, la domenica si giocherà alle 15 o alle 17,30 e ci sarà una partita il lunedi trasmessa da Rai Sport.
Siamo sicuri? Quasi, visto quanto dichiara lo stesso Ghirelli: "Si può cambiare solo se lo chiederanno i club e lo si farà solo se si riuscirà a dimostrare che così facendo verranno più spettatori
Flavio Vergani

Sarà il Matelica, squadra di serie D, a d inaugurare il rinnovato "Carlo Speroni" nel primo turno di Coppa Italia in programma il 4 Agosto.
La squadra di mister Battistini, dopo Pordenone, Como e Monza, viene destinata all'ennesima trasferta, questa volta in quel di Busto.
Matelica conta meno di 10 mila abitanti e si trova nelle Marche, in provincia di Macerata.
Ricordiamo che in caso di vittoria la Pro Patria affronterà l'11 Agosto lo Spezia ( in trasferta)e sempre in caso di vittoria il Sassuolo.
Flavio Vergani


Importante rettifica relativa al nostro pezzo di ieri sugli abbonamenti. Non avendo trovato nelle tabelle con riportati i prezzi degli abbonamenti dello scorso anno il numero di partite escluse siamo andati a memoria e abbiamo "toppato".
Nicolò Ramella, addetto stampa della Pro Patria, ci segnala giustamente che anche lo scorso anno le partite non incluse erano due e non una come da noi erroneamente riportato.
Per cui, il tutto va rivisto in questo modo:

PER CHI C'E' UN AUMENTO 

PER I VECCHI ABBONATI:
Prendendo per comodità come riferimento l'abbonamento ai distinti coperti lo scorso anno si pagava 130 euro più 15 euro di fidelity card per un totale di 145 euro. Quest'anno si pagherà 150 euro senza fidelity card in quanto quella emessa lo scorso anno scadrà fra 2 anni. Per cui l'aumento rispetto allo scorso anno vale 5 euro a livello matematico, ma in concreto vale 20 euro per il pagamento della fidelity card, seppur non emessa. 20 euro.

PER I NUOVI ABBONATI:
I nuovi abbonati avranno compreso nel prezzo di 150 euro sia l'abbonamento, sia la fidelity card. Per cui, rispetto ad un abbonato dello scorso anno pagherà 5 euro in più per un extra costo della fidelity card che da 15 euro dello scorso anno passa a 20 euro.
Rispetto allo scorso anno l'abbonamento copre una partita in meno per cui l'aumento stimato è di
5 euro

DONNE: 
Lo scorso anno pagavano l'abbonamento ridotto come gli over 65, ossia 100 euro più il costo della fidelity card, quest' anno viene istituita solo per loro una tariffa speciale identica allo scorso anno, ossia 100 euro. Per cui, nel caso una donna avesse già la fidelity card pagherà un aumento di 20 euro

OVER 65:
Lo scorso anno pagavano 100 euro più 15 euro per supporter card, quest'anno pagheranno 120 euro per un aumento di 20 euro per chi non richiederà la fidelity card in quanto già possessore.

IN SINTESI

L' aumento percentuale per i distinti coperti è pari al 15 % per i vecchi abbonati, quasi nullo per i nuovi abbonati, del 20% per le donne e i seniors.
La singola partita costerà solo 1,17 euro in più rispetto allo scorso anno, quindi praticamente niente se si tiene conto del fatto che il comfort offerto con le poltroncine vale ben più di un euro di aumento. In pratica, un abbonato pagherà la singola partita solo 8,8 euro comodamente seduto su poltroncina di ultima generazione e al coperto. Davvero un costo basso e del tutto vincente se confrontato ad altri spettacoli live del week end. 
E poi, visto che questo aumento ha permesso la tariffa specialissima per gli under 20 che praticamente entreranno quasi gratis allo stadio (1.47 euro a partita)crediamo che davvero nulla si possa imputare alla società per questo piccolo extra costo, di fatto reinvestito per la "lead generation".

Ringraziamo Nicolò Ramella, addetto stampa della Pro Patria, per la consulenza precisa e puntuale offertaci con l'obiettivo comune di comunicare precisamente l'argomento che aveva creato qualche dubbio tra i tifosi ora speriamo risolto. Sorry da parte nostra per l'errore e per aver dato un extra work a Nicolò che fin dalla prime ore di oggi si è prodigato per condividere la correttezza dell'informazione.

Flavio Vergani


Facciamo seguito alle domande di qualche tifoso per chiarire i dubbi emersi dopo il lancio della nuova campagna abbonamenti della Pro Patria.
Esercizio reso possibile anche dalla collaborazione di Nicolò Ramella, addetto stampa della società,  che in mattinata ha chiarito alcuni aspetti non subito colti dalla tifoseria dopo la lettura del comunicato sul tema abbonamenti.
Di seguito la risposta alle domande  pervenute e una sintesi di chi ci guadagna e chi ci "perde" rispetto ai prezzi dello scorso anno.

PER CHI C'E' UN AUMENTO

PER TUTTI:
Partiamo dal fatto che rispetto allo scorso anno l'abbonamento copre tutte le gare interne della Pro Patria tranne due, l'anno scorso era esclusa dall'abbonamento una sola partita. In realtà il destino volle che gli abbonati pagarono anche la gara con il Pro Piacenza senza che la stessa fosse disputata, ma questo non è pertinente con il confronto in essere in quanto non era condizione contrattuale.

PER I VECCHI ABBONATI:
Prendendo per comodità come riferimento l'abbonamento ai distinti coperti lo scorso anno si pagava 130 euro più 15 euro di fidelity card per un totale di 145 euro. Quest'anno si pagherà 150 euro senza fidelity card in quanto quella emessa lo scorso anno scadrà fra 2 anni. Per cui l'aumento rispetto allo scorso anno vale 5 euro a livello matematico, ma in concreto vale 20 euro per il pagamento della fidelity card, seppur non emessa. A questo va sommato il costo della gara di campionato in più. fuori abbonamento (15 euro). Totale aumento: 35 euro.

PER I NUOVI ABBONATI:
I nuovi abbonati avranno compreso nel prezzo di 150 euro sia l'abbonamento, sia la fidelity card. Per cui, rispetto ad un abbonato dello scorso anno pagherà 5 euro in più per un extra costo della fidelity card che da 15 euro dello scorso anno passa a 20 euro.
Rispetto allo scorso anno l'abbonamento copre una partita in meno per cui l'aumento stimato è di 20 euro ( 5+15).

DONNE: 
Lo scorso anno pagavano l'abbonamento ridotto come gli over 65, ossia 100 euro più il costo della fidelity card, quest' anno viene istituita solo per loro una tariffa speciale identica allo scorso anno, ossia 100 euro. Per cui, nel caso una donna avesse già la fidelity card pagherà come lo scorso anno più 12 euro per la gara in meno compresa nell'abbonamento. Totale  aumento 32 euro ( 20 euro per fidelity card non emessa più 12 euro costo partita in meno compresa nell'abbonamento).

OVER 65:
Lo scorso anno pagavano 100 euro più 15 euro per supporter card, quest'anno pagheranno 120 euro senza supporter card, oltre ad una partita in più fuori abbonamento: totale 20+12= 32 euro.

CHI CI GUADAGNA: TUTTI +  I RAGAZZI UNDER 20
Stadio Carlo Speroni rimesso a nuovo grazie all'Amministrazione Comunale con luci potenziate e seggiolini individuali trasformano il gradone dei distinti centrali in una vera e propria tribuna numerata per cui l'aumento per chi lo subirà rimane quantitativo sulla carta ma di fatto dovrebbe scontare a livello qualitativo il maggior comfort offerto dalla location.

RAGAZZI UNDER 20
Un applauso alla società per questa scelta da tempo invocata da tutta la tifoseria. Abbonamento under 20 ( per i nati dal 1999 al 2011)a soli 25 euro nei settori tribuna laterale, curva e distinti coperti.
Il modo migliore per coinvolgere i ragazzi più giovani e appassionarli alla Pro Patria per fidelizzarli. Scelta persino troppo risparmiosa con quel 25 euro che è il prezzo di una pizza, una birra e un dolce in pizzeria. Bravi!

CHI PAREGGIA:

PREZZI BIGLIETTI SINGOLA PARTITA
Rimangono invariati rispetto alla stagione precedente con conseguente beneficio per la categoria dei paganti occasionali che rimangono esentati da qualsiasi aumento.

IN SINTESI:

L'investimento sui ragazzi fatto dalla società appare molto oneroso e va apprezzato, oltre ad essere del tutto condivisibile in quanto proiettato al presente e al futuro prossimo.
Il "balance"viene raggiunto con extra costi per altre categorie tra cui i vecchi abbonamenti. Molti dei quali è probabile che non faranno una piega nel riconoscere alla società questo piccolo contributo in più quale riconoscenza per quanto sta offrendo loro in questi anni. Altri è probabile che non siano soddisfatti per non vedere premiata la propria fedeltà alla squadra.
Per loro ci sarà la consolazione di essere scontenti ma comodamente seduti su poltroncine confortevoli che permetteranno dopo anni di leggere il Tigrottino ed eventuali altri giornali distribuiti allo stadio, invece di trasformarli in improvvisati cuscini.
Comunque, senza considerare gli aspetti qualitativi della struttura gli aumenti rispetto all'anno precedente sono del tutto reali e confermati dalla matematica.
Ora, per dirla fino in fondo come sempre avviene qui, gli aumenti sono del tutto comprensibili visto lo sforzo economico richiesto alla società per mantenere la squadra in serie C e crediamo che la maggior parte dei tifosi comprenderà questa scelta, ma forse si poteva essere più chiari nella comunicazione degli stessi per evitare più di una malinteso dopo la lettura di quanto riportato sul sito ufficiale del club: Chiarissimo fin da subito il messaggio del Club . Vogliamo aumentare il flusso di gente allo Stadio  – spiega il Responsabile Marketing Luca Mottin – . Per farlo, i prezzi saranno pressoché invariati, includendo nel costo dell’abbonamento anche quello della Supporter Card (ex tessera del tifoso)".
Flavio Vergani


NB ARTICOLO RETTIFICATO IN DATA 21 LUGLIO 2019 IN GRIGIO CHIARO LE PARTI ERRATE
PREZZI 2019/2020
PREZZI 2018/2019





Bella Pro Patria che nell'amichevole di Bormio contro il Torino cede di misura per tre a due, dopo essere andata persino in vantaggio.
Parker e Mastroianni firmano le reti dei tigrotti in versione matador e solo il gallo salva il toro.
Infatti, è la doppietta di Belotti che si somma al goal di Ansaldi permettendo al Torino di salvare la pelle.
Che dire? Amichevole fin che volete ma risultati del genere fanno sempre piacere e danno fiducia.
Bene  l'esordio con goal del giovane Parker, quando una punta trova subito il goal e fa il pieno di fiducia poi è probabile che ci si diverta tutti al "Luna Parker".
Flavio Vergani

Torino-Pro Patria: 3-2
Reti: 18′pt Belotti (T), 44’pt Parker (P), 5′st Mastroianni (P), 9′st Ansaldi (T), 13′st Belotti (T). 
TORINO FC (3-4-3): Sirigu (27′ s.t. Rosati); Izzo, Nkoulou, Bremer (27′ s.t. Djidji); De Silvestri, Baselli, Meite, Ansaldi; Iago Falque (27′ s.t. Lukic), Belotti, Berenguer (15′ s.t. Zaza). A disposizione: Gemello, Singo, Millico, Segre, Lucca, Kone, Enrici, Candellone, Garetto, Rauti, Fiordaliso. All. Mazzarri.
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): Tornaghi (1′ s.t. Mangano); Battistini (1′ s.t. Molinari), Lombardoni (1′ s.t. Molnar), Marcone (1′ s.t. Boffelli); Spizzichino (1′ s.t. Cottarelli), Ghioldi (15′ s.t. Spizzichino), Fietta (1′ s.t. Palesi), Pedone (1′ s.t. Brignoli (35′ s.t. Ferri)), Galli (1′ s.t. Colombo); Parker (1′ s.t. Le Noci), Defendi (1′ s.t. Mastroianni). A disposizione: Angelina. All. Javorcic
ARBITRO: Daniele Dell’Oro di Sondrio (Fabio Cattaneo della Sezione di Monza e Samuele Paredi della Sezione di Como).